Bussano alla porta, aggrediscono e rapinano un'anziana: due arresti a Bagheria

Fondamentali le immagini riprese da alcune telecamere e la descrizione fornita da un'ultraottantenne mentre si trovava sull'ambulanza. Per gli investigatori i responsabili sono i pregiudicati Salvatore Lombardo (43 anni) e Salvatore Sparacino (20)

Uno frame delle immagini riprese dalle telecamere di sicurezza

Era stata appena aggredita e scippata sull’uscio della porta di casa. Nonostante lo shock, mentre si trovava sull’ambulanza, un’ultraottantenne è riuscita a descrivere agli agenti di polizia i suoi rapinatori e la loro via di fuga. In manette sono finiti i pregiudicati Salvatore Lombardo (43 anni) e Salvatore Sparacino (20) che secondo gli investigatori sarebbero senza dubbio i responsabili del colpo messo a segno lo scorso 17 aprile a Bagheria. I due, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Termini Imerese, sono stati rinchiusi in carcere.

Stando a quanto accertato dagli investigatori i due sarebbero arrivati davanti all’abitazione dell’anziana nel pomeriggio, intorno alle 17. “Lombardo è rimasto a bordo di uno scooter di grossa cilindrata in funzione di palo, mentre Sparacino - spiegano dalla Questura - è sceso dal mezzo e ha bussato alla porta dell’ignara signora. All’apertura del portone il giovane malvivente le aveva afferrato la collanina d’oro che portava al collo e nonostante l’energica resistenza opposta dalla donna era riuscito a strappargliela di dosso”.

Purtroppo durante la colluttazione la donna è caduta con violenza per terra, riportando diverse fratture che hanno reso necessario il trasporto in ospedale a bordo di un’ambulanza. Proprio mentre si trovava sul mezzo del 118 l’anziana vittima della rapina ha riferito alla polizia quanto le era appena accaduto. E così sulla scorta delle informazioni appena acquisite e grazie all’analisi delle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza, gli investigatori del commissariato Bagheria sono riusciti a risalire all’identità dei responsabili.

Le conferme sono arrivate nel corso delle perquisizioni nelle abitazioni di Lombardo e Sparacino. Lì gli agenti hanno sequestrato lo scooter e il casco utilizzati per la rapina ma anche gli indumenti “perfettamente corrispondenti a quelli indossati dai due rapinatori”. Il mezzo a due ruote è risultato intestato al pregiudicato 43enne. Al termine di tutti gli accertamenti l’autorità giudiziaria ha disposto per entrambi l’esecuzione di un provvedimento restrittivo presso il carcere Cavallacci di Termini Imerese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Torna su
PalermoToday è in caricamento