Si affaccia, vede ladro d'auto all'opera e chiama il 112: un arresto in zona Notarbartolo

In manette un 32enne sopreso in via Daidone dalle volanti della polizia mentre cercava di mettere in moto una Fiat 500. Fondamentale il contributo di un residente per sventare anche il furto di uno scooter in via Don Orione: fermati due minorenni

Via Camillo Daidone (foto Google street view)

Aveva già rotto il vetro dell’auto che voleva rubare e forzato il cilindro della chiave per metterla in moto. Un residente affacciato al balcone però ha visto tutto e ha chiamato la polizia. E’ accaduto mercoledì sera in via Daidone, non lontano dalla stazione Notarbartolo, dove le gli agenti delle volanti hanno arrestato R.L.M., 32 anni, per il reato tentato furto aggravato in concorso. Con lui infatti c’era un complice che però, allertato da sirene e lampeggianti, è riuscito a scappare a piedi e a far perdere le proprie tracce.

Una volta fermato il 32enne, residente a Bonagia, i poliziotti dell’Ufficio generale e soccorso pubblico hanno perquisito la sua macchina trovando alcuni arnesi da scasso che sono stati sequestrati. L’uomo fermato in flagranza di reato è stato quindi portato negli uffici di polizia in attesa del giudizio per direttissima che si è svolto l'altro ieri al tribunale di Palermo. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per lui, in attesa del processo, l’obbligo di dimora dalle 21 alle 7 del mattino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appena poche ore dopo gli agenti dell’Upgsp hanno arrestato anche due ragazzini di 16 e 17 anni in via Don Orione, zona Fiera. Anche in questa occasione la coppia di giovanissimi è stata bloccata poco prima di potersi allontanare con uno scooter appena rubato. E anche in questo caso è risultata fondamentale la collaborazione di un residente che li aveva visti mentre forzavano il bloccasterzo e mettevano in moto un Piaggio Liberty. Entrambi sono stati fermati e portati al carcere Malaspina in attesa dell’udienza di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento