Droga a domicilio dal centro fino a Brancaccio e Altavilla, retata alla Kalsa: 13 arresti

L'operazione condotta da polizia e carabinieri ha portato all'arresto di diversi malviventi, accusati per reati attinenti al traffico di stupefacenti. La droga, su richiesta, arrivava in periferia o addirittura fuori città

Ottavio Abbate, fratello del boss Luigi conosciuto come "Gino u mitra"

Retata alla Kalsa, sgominata centrale di spaccio che riusciva a portare il prodotto fino allo Zen, a Brancaccio o fuori città. Sono 13 gli arresti dell’operazione antidroga condotta da polizia e carabinieri nello storico quartiere (LEGGI I NOMI), dove un folto gruppo di spacciatori “inondava - scrivono le forze dell’ordine - di droga le strade di altri storici quartieri come Bonagia, Arenella e fino ad arrivare a San Giuseppe Jato, Partinico e Altavilla Milicia".

VIDEO: LE IMMAGINI DEGLI ARRESTI

Tra questi c'è anche Ottavio Abbate, fratello del boss Luigi conosciuto come "Gino u mitra". A condurre le indagini sono stati i poliziotti del commissariato Oreto-stazione, che hanno registrato un’attività di “smercio di stupefacenti - si legge nella nota congiunta - particolarmente dinamica ed interterritoriale, segnata dai vorticosi spostamenti di numerosi coindagati lungo gli itinerari dello spaccio, impegnati in consegne a domicilio e richieste di nuove forniture". Altri due arresti, in esecuzione della stessa ordinanza, sono stati effettuati dai carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Monreale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

  • Riempiono i carrelli della spesa ma non vogliono pagare, ressa al Lidl di viale Regione

Torna su
PalermoToday è in caricamento