Uno prendeva le ordinazioni della droga, l'altro faceva la staffetta: due arresti a Ballarò

In manette due uomini di 43 e 38 anni. Il primo, che si trovava già ai domiciliari, riceveva i clienti in casa e comunicava al secondo il quantitativo da recuperare. Il deposito era un appartamento di via Porta di Castro dove sono state trovate 14 dosi di cocaina

Salita delle Balate (foto Google street view)

Spacciava in casa nonostante fosse ai domiciliari grazie alla staffetta di un suo “collaboratore”. La polizia ha arrestato a Ballarò il 43enne Antonino Cecala e il 38enne Carmelo Vinci con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. A scovare il punto di vendita al dettaglio e il deposito dove reperire le dosi sono stati i Falchi della sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile.

Gli agenti stavano percorrendo le vie del mercato storico per un servizio di prevenzione e controllo del territorio. Arrivati in salita delle Balate si sono accorti di un viavai sospetto nell’appartamento in cui si trova ai domiciliari a seguito di un provvedimento restrittivo emesso recentemente dall’autorità giudiziaria. “I Falchi hanno accertato - spiegano dalla Questura - come il malvivente continuasse a spacciare da casa".

Un breve appostamento nei pressi dell’edificio ha consentito loro di notare quella sfilza di giovani che, dopo un breve colloquio con Vicari, tornavano in strada per attendere l’arrivo di Cecala per la consegna. A quel punto i poliziotti sono entrati in casa di Vicari dove hanno trovato la chiave che apriva la porta di un appartamento in via Porta di Castro utilizzato come deposito.

“Al suo interno - chiariscono dalla Questura - sono state ritrovate due buste di cellophane, rispettivamente contenenti 8 e 6 dosi di cocaina in bustine termosaldate, quattro stick di colla e numerosi sacchetti usati per il confezionamento della droga. Di quell’appartamento sia Vicari che Cecala avevano piena disponibilità ed in quell’appartamento è molto plausibile che Cecala reperisse le dosi di droga ordinate dagli assuntori al Vicari”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Mauro
    Mauro

    Robacciaeri via wifi

    • Bravo.

  • Fosse solo lui.... Questo dimostra l'inefficacia di tale misura cautelare per quanto concerne il reato di spaccio.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il racconto di un palermitano: "Ero con Fabrizio Corona, ecco come ci hanno aggredito nel bosco della droga"

  • Cronaca

    Neonata trovata morta nella culla, lacrime e disperazione alla Guadagna

  • Cronaca

    "Aiutatemi, ha ingerito qualcosa da terra" ma è hashish: bimba di 3 anni ricoverata

  • Mafia

    Pizzo, "legnate" agli incorruttibili e mazzette: così i boss gestivano l'ippodromo

I più letti della settimana

  • "Le chiamate arancine? Non vendetele", Antica Focacceria stoppata a Catania

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Una mattinata di ordinaria follia: ruba auto a una donna, poi fugge e si schianta alla Noce

  • Si ribella al pizzo, filma il suo estorsore con una telecamera nascosta e lo fa arrestare

  • "Lo dobbiamo 'struppiare' al palermitano? Ci tiriamo 4 'scopettate' nella macchina..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento