Erasmus plus, Orlando accoglie l'appello dei giovani extracomunitari: "Vogliamo viaggiare"

La complessità burocratica del rilascio dei visti e dei permessi di soggiorno obbliga spesso i ragazzi coinvolti nel programma a rinunciare ai viaggi, parte importante del loro percorso formativo. Il sindaco: "Porteremo il problema all'attenzione della Commissione Europea"

Centinaia di ragazzi, coinvolti nei progetti Erasmus+ non provenienti dall'area Schengen, vogliono viaggiare per condividere esperienze e accrescere la propria formazione ma non sempre possono farlo. La complessità burocratica del rilascio dei visti e dei permessi di soggiorno spesso li obbliga a rinunciare. A lanciare l'appello per agevolare la mobilità dei giovani è l’associazione di promozione sociale Maghweb che ieri ha incontrato il sindaco Leoluca Orlando per presentargli il progetto di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche "The Sound of Silence", ideato in partnership con le associazioni Jeevan Rekha Parishad (India) e Corporación Amiga Joven (Colombia), rappresentate da una delegazione di giovani attiviste colombiane e indiane.

Appello accolto dal primo cittadino che ha trasmesso alle amministrazioni di Bhubaneswar in India e Medellìn in Colombia, per essere condiviso con i rispettivi sindaci e, quindi, portato all'attenzione della Commissione Europea il documento "Giovani, diritti e mobilità".

"Il confronto tra giovani palermitani, colombiani e indiani su temi che riguardano i diritti umani, e in particolare i diritti delle donne, - ha dichiarato il sindaco Orlando nel corso dell'incontro - sta producendo una positiva ricaduta sulla città, stimolando confronto e dibattito, e confermando il nostro essere sempre più un punto di riferimento internazionale sul tema dei diritti".

Dall'aprile 2017 Maghweb (un’associazione di promozione sociale che si occupa prevalentemente di informazione per il terzo settore) e le organizzazioni partner coordinano una serie di attività e mobilità internazionali tra Palermo, Bhubaneswar e Medellín con l’obiettivo di migliorare le capacità e le strategie comunicative delle organizzazioni partner che lavorano quotidianamente con donne vittime o a rischio di violenza di genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

Torna su
PalermoToday è in caricamento