"Accogliete un immigrato alla vostra tavola", la diocesì di Cefalù chiama a raccolta i fedeli

L'iniziativa nell'ambito della "Giornata mondiale del migrante e del rifugiato". Il vescovo Giuseppe Marciante: "Non lasciamoci travolgere dall’odio, dal populismo e dalla paura"

"Accogliete nelle proprie case e invitate a tavola un fratello immigrato ospite dei centri di accoglienza del territorio". E' l'invito che la diocesi di Cefalù rivolge ai fedeli in vista della "Giornata mondiale del migrante e del rifugiato” che quest’anno affronta il tema "Non si tratta solo di migranti”. Un segno tangibile di accoglienza che viene chiesto per domenica 29 settembre.

“La risposta alla sfida posta dalle migrazioni contemporanee si può riassumere in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare” si legge nel messaggio del Papa per la giornata mondiale giunta alla sua 105° edizione.

Anche il vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante esorta tutti all’impegno. "Non lasciamoci travolgere dall’odio, dal populismo e dalla paura dell’altro. La luce del Cristo trasfigurato – ha detto Marciante il 6 agosto scorso nel suo discorso alla Città di Cefalù e alla chiesa cefaludese – faccia nascere o rafforzi in noi la mentalità dell’accoglienza e dell’integrazione, ci spinga a un forte rinnovamento interiore che ci allontani dal vedere nel fratello immigrato un peso da portare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento