Antonello Montante lascia il carcere: concessi gli arresti domiciliari per motivi di salute

L'ex presidente di Sicindustria era stato arrestato nel mese di maggio per corruzione. Il gip aveva stabilito che pur sussistendo una patologia le condizioni erano compatibili con la detenzione. Di diverso avviso il Riesame, che ha accolto la richiesta della difesa

L'ex presidente di Sicindustria Antonello Montante, sotto processo a Caltanissetta per corruzione, può lasciare il carcere. Gli sono stati concessi gli arresti domiciliari per motivi di salute.

Il giudice per le indagini preliminari aveva stabilito, sulla base di una perizia, che pur sussistendo la patologia le condizioni di Montante erano compatibili con la detenzione. Di diverso avviso il Riesame che si è affidato a un collegio dei periti e ha accolto l'istanza degli avvocati della difesa Giuseppe Panepinto e Carlo Taormina.

Montante era in carcere dallo scorso maggio. "Finalmente - dice Panepinto all'Adnkronos  - anche il Tribunale del Riesame ha riconosciuto che le esigenze cautelari devono essere rapportate con le esigenze di salute e non si devono mai trasformare in trattamenti disumani". 

      

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento