Antinoro condannato per voto di scambio, cade l’aggravante mafiosa

Due anni e mezzo all'eurodeputato del Pid dopo quattro ore di camera di consiglio. Risarcimento di 30 mila euro per la Presidenza della Regione che si era costituita parte civile

Condanna per voto di scambio per Antonello Antinoro, ma niente aggravante mafiosa. I giudici della terza sezione penale del Tribunale hanno condannato l'eurodeputato del Pid a due anni e mezzo di carcere, escludendo l'aggravante mafiosa.

La sentenza è stata emessa dopo più di quattro ore di Camera di Consiglio. I giudici hanno anche deciso un risarcimento di 30 mila euro a favore di una sola parte civile, la presidenza della Regione a cui andrà una provvisionale di 30mila euro. Non è stata invece accolta la richiesta di risarcimento presentata dall'altra parte civile, l'associazione Addiopizzo. In aula c'era un gruppo molto folto di giovani del comitato Addiopizzo delusi dalla sentenza. Infine il tribunale ha sospeso l'eurodeputato Antinoro dal diritto elettorale per i prossimi 5 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento