Elefanti in strada a Bagheria, gli animalisti: “Pubblicità illegale”

Il coordinamento nazionale del Partito animalista europeo etichetta come scorretta e fuori legge l'attività del circo

Baheria, animali in strada per pubblicizzare il circo

Elefanti e cammelli che sfilano in pubblico per pubblicizzare il circo attendato a Bagheria? Il Coordinamento Nazionale del Partito Animalista Europeo lo descrive come un modo deplorevole per fare “cassa”. Lo stesso sindaco Vincenzo Lo Meo, a sua volta contattato dal Prefetto di Palermo, avrebbe garantito che il circo in questione verrà denunciato anche dal Comune e assicurato che simili episodi non accadranno mai più.

“Si è trattato, infatti, di una vera e propria attività spettacolistica, palesemente suscettibile di compromettere la privata e pubblica incolumità dei cittadini – ha dichiarato il coordinatore del movimento animalista Enrico Rizzi - Il circo in questione oltre ad aver violato la Circolare del Ministero dell'Interno n.557/B del 22 febbraio 2012 e diversi articoli delle Linee Guida Cites del Ministero dell'Ambiente che vietano categoricamente l'esibizione degli animali al di fuori della struttura circense per la quale è stata rilasciata l'autorizzazione di attendamento, si è reso responsabile anche di un vero e proprio maltrattamento nei confronti degli animali punito dalla Legge 189/04 per aver custodito tra il traffico -conclude - delle automobili anche se temporaneamente, un elefante e tre cammelli in condizioni incompatibili con la loro natura, in condizioni inadatte per la corretta e salubre detenzione, con evidente insensibilità e senza alcun motivo" .

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento