Altavilla, trova degli ordigni bellici durante un'immersione in mare

Erano adagiati su un fondale di circa 1,5 metri: dopo essere stati individuati sono stati fatti brillare dai palombari della Marina militare

Ordigni bellici ad Altavilla, intervento della Marina militare

Trova degli ordigni bellici durante un'immersione in mare e segnala la "scoperta" alla sala operativa della guardia costiera di Porticello. E' successo nel tardo pomeriggio di domenica nello specchio di acqua davanti al Comune di Altavilla Milicia. E oggi sono terminate le operazioni di bonifica degli ordigni rinvenuti sul litorale. In azione i palombari della Marina Militare in servizio presso il Nucleo Sdai di Augusta con la collaborazione del personale militare e i mezzi navali della Guardia Costiera di Porticello sotto il coordinamento della Direzione Marittima della Sicilia Occidentale e Capitaneria di Porto di Palermo.

Gli ordigni si trovavano in località contrada Sperone ed erano adagiati su un fondale di circa 1,5 metri. Si tratttava di proiettili di medio e grosso calibro tutti comunque risalenti al periodo bellico. "Dopo essere stati trasportati al largo sono stati poi fatti brillare in completa sicurezza su un fondale maggiore ad una distanza superiore a un miglio nautico - spiegano dalla guardia costiera -. Come da procedure operative per garantire un adeguato livello di sicurezza anche a tutela dell’incolumità pubblica e della sicurezza degli specchi acquei, l’ufficio circondariale marittimo di Porticello ha emanato apposita ordinanza di interdizione che proibiva qualsiasi tipo di attività (di immersione professionale e sportiva, ancoraggio e navigazione di qualsiasi unità) entro un determinato raggio, nonché richiesto l’emanazione di un apposito avviso ai naviganti. Cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli utenti di segnalare tempestivamente alla Guardia Costiera competente per territorio il ritrovamento di ordigni bellici in mare mantenendosi a distanza di sicurezza evitando di toccarli, annotando se possibile la posizione GPS, fotografarli qualora si abbia al seguito una macchina fotografica subacquea".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

Torna su
PalermoToday è in caricamento