Un allevamento vicino al Tribunale Carabinieri denunciano un operaio

Allevava in strada, in una zona a cielo aperto e tra ruderi sette suini di piccola taglia, una pecora ed una capra. L'uomo è stato accusato di maltrattamento di animali

Una vera e propria fattoria poco distante dal Tribunale. Il responsabile, un operaio di 42 anni, O.P., è stato denunciato dai carabinieri perchè in strada, in una zona a cielo aperto e tra ruderi, allevava sette suini di piccola taglia, una pecora ed una capra. Gli animali, senza certificazione sanitaria e di provenienza ignota, sono stati sequestrati. Ad individuarli sono stati stamane dai militari del Nas e dai carabinieri della stazione di Palermo centro. A segnalare la loro presenza era stato nella tarda serata di ieri il personale di servizio nel palazzo di giustizia. L'uomo, accusato di maltrattamento di animali, è stato multato per gestione di una industria insalubre e mancata registrazione di azienda al servizio veterinario competente.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapine a segno sui bus e per strada, tre arresti: "Erano il terrore dei ragazzini"

  • Cronaca

    Al galoppo fra le strade dello Zen, rintracciati cavallo e fantino

  • Cronaca

    In autostrada con 40 chili di pesce, denunciato 31enne: "Prodotti in cattivo stato"

  • Cronaca

    Attacco hacker al sito del comune di Termini: dati cancellati, chiesto riscatto in bitcoin

I più letti della settimana

  • Via Dante, militante di Forza Nuova legato e pestato in strada

  • Trappeto, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due pedofili

  • Vendevano la figlia ai pedofili, il racconto shock: "Non mi piaceva fare quelle cose"

  • Vince un milione ma non lo riscuote, Sisal: "Il tempo sta per scadere"

  • L'assalto al bar Massaro, il titolare: "Perché un'azione tanto eclatante? Era solo una rapina?"

  • Agguato alla Kalsa, pregiudicato per mafia ferito da un colpo di pistola

Torna su
PalermoToday è in caricamento