Sospetto caso di tubercolosi in una scuola a Casteldaccia, il sindaco: "Nessun pericolo"

L'infezione, che si trasmette per via aerea, potrebbe aver colpito un migrante, ospite in un centro di accoglienza del Comune, che frequenta l'istituto Luigi Capuana. Mamme in panico ma il primo cittadino frena gli allarmismi

La scuola Luigi Capuana a Casteldaccia

A Casteldaccia è allarme tubercolosi ma il sindaco Fabio Spatafora e il responsabile dell'Ufficio prevenzione Marcello Scalici rassicurano: "Nessun pericolo per la salute". 

Un migrante minore che frequenta la scuola Luigi Capuana, ospite in un centro di accoglienza del Comune, è stato ricoverato prima al Policlinico di Palermo, poi in un centro specializzato di Caltanissetta per sospetta tubercolosi. In breve tempo tutta la comunità è venuta a conoscenza della notizie e le mamme, nel panico, non volevano più portare i figli a scuola.

“Abbiamo preso tutti le possibili precauzioni – tranquillizza Spatafora –, l’Asp di Bagheria sta effettuando le indagini epistemologiche, come da protocollo, e controlli sanitari per quanti hanno avuto contatti stretti e continuativi con il ragazzo, dato che l'infezione si trasmette per via aerea. Stiamo anche predisponendo una disinfestazione straordinaria dell’istituto anche se non necessaria”.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Residenti svegliati da urla e schiamazzi: "C'è una rissa", polizia piomba in via Candelai

  • Autista del 118 offre lavoro in cambio di soldi, poliziotti si appostano al bar e lo arrestano

Torna su
PalermoToday è in caricamento