All'Ascione seminario Erasmus Plus di disseminazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Obiettivo raggiunto. Ambienti di apprendimento interattivi, educazione all'uso di Media e della rete, realizzazione di prodotti digitali, apprendimento cooperativo, attività di ricerca, creatività... Tanti i benefici e le ricadute didattiche delle metodologie innovative apprese a Londra da 21 docenti dell'Ascione, coinvolti, a Ottobre, nel progetto di mobilità europea Erasmus Plus "L'Inglese in scena". Giovedì, alla presenza di alunni, genitori, attori del territorio, un pomeriggio all'insegna della condivisione dei risultati ottenuti, "concreti e visibili per un'intera comunità scolastica, direttamente o indirettamente coinvolta dalle attività di disseminazione", dichiara la docente Lidia De Lisi del team di Progetto insieme ai colleghi Gabriella Romano e Francesco Lo Coco che aggiunge: "Lavorare insieme agli altri colleghi, valorizzare, perché no, anche l'aspetto ludico dell'apprendimento, sono chiavi di accesso al mondo degli studenti, un parlare il loro linguaggio Social e tecnologico". Boccaccio rappresentato seguendo le fasi dello storytelling digitale (Brainstorming, Pianificazione, Condivisione, Misurazione), infografiche Piktochart su svariati argomenti anche di non immediata comprensione, quiz on line, video, attività extrascolastiche aperte al territorio. "I tempi cambiano e bisogna reagire. Fondamentale è creare un ponte tra scuola e stakeholders, in vista di un apprendimento permanente. Il capitale del nostro Istituto non è infatti soltanto materiale, finanziario, tecnologico, ma il sapere inteso come intreccio di conoscenze e relazioni, immaginazione e un networking di esperienze dentro e fuori la scuola". Chiude così il Seminario la Preside dell'Istituto Sara Inguanta.

Torna su
PalermoToday è in caricamento