Ragazzino scappa da Agrigento: trovato dopo giorni di angoscia a Palermo mentre preleva al bancomat

Protagonista della vicenda un 15enne: è stato bloccato da due carabinieri che si erano appostati nell'istituto di credito di corso Calatafimi. Per oltre 24 ore le ricerche dei militari dell'Arma sono state ininterrotte

Dopo due giorni di angoscia un ragazzino di 15 anni che era sparito da Agrigento è stato ritrovato in corso Calatafimi a Palermo. Il giovane si era allontanato da casa lunedì senza fare più rientro. Poi però nella notte tra martedì e mercoledì aveva effettuato un prelievo in un bancomat palermitano. Così, dal primissimo pomeriggio di ieri due carabinieri si erano appostati nei pressi dello stesso sportello dell'istituto di credito, quello di corso Calatafimi a Palermo.

E indossando la stessa, identica, tuta che aveva quando uscì da casa e scomparve, il quindicenne è tornato - ieri pomeriggio - a fare un prelievo di contanti. I carabinieri, immediatamente, senza esitare e senza alcuna ombra di dubbio, lo hanno riconosciuto e bloccato. I familiari del ragazzino hanno raggiunto Palermo ieri sera e la caserma dei carabinieri dove è stato portato il quindicenne.

Le ricerche, per oltre 24 ore, sono state ininterrotte. I carabinieri della compagnia di Agrigento - che avevano raccolto la denuncia di allontanamento - non riuscivano a darsi pace e, per cercare di tracciare la giusta pista investigativa, hanno lavorato giorno e notte. Ieri mattina era addirittura pronto a levarsi in volo anche un elicottero dell'Arma.

Nella notte tra martedì e mercoledì, però, il quindicenne ha avuto esigenza di fare un prelievo di contanti e da quel momento in poi ricerche e attività investigativa si sono, inevitabilmente, concentrate su Palermo. Su corso Calatafimi in maniera particolare dove, appunto, c'è stato l'appostamento dei due carabinieri. 

La nota di ricerche, con fotografie e descrizione fisica del ragazzo, era stata comunque diramata, fin da subito, a livello nazionale. Oltre 100 i carabinieri siciliani schierati sul campo per riuscire a rintracciare, e il più rapidamente possibile, l'adolescente. Dopo due giorni di ansie e preoccupazioni, per i familiari, gli amici e i conoscenti del ragazzino, i carabinieri sono riusciti a ritrovare il ragazzino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento