Appello della Uilpa all’Asp: "Uffici dell'Agenzia delle entrate invivibili per il caldo, siano chiusi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La Uil Pubblica Amministrazione registra l’attenzione della dirigenza dell’Agenzia delle Entrate di Palermo in merito ai disagi che affliggono i lavoratori a causa del mancato funzionamento degli impianti di climatizzazione: tuttavia, le misure adottate per restituire vivibilità agli uffici non sono, ad oggi, sufficienti a garantire sicurezza e benessere per i dipendenti e per l’utenza”. Lo affermano Alfonso Farruggia e Raffaele Del Giudice, rispettivamente segretario generale della Uilpa Sicilia e coordinatore regionale della Uilpa Entrate, che hanno partecipato ai lavori dell’assemblea sindacale tenutisi oggi presso la sede di piazzetta Napoli. Al centro dell’assise sindacale di Fp Cgil, Cisl Fp, UIlpa, Flp e Confintesa, la mancata risoluzione delle problematiche inerenti la climatizzazione degli ambienti di lavoro a causa di un guasto che persiste da parecchi giorni.

La settimana scorsa, la Uilpa aveva acceso i riflettori sulle temperature elevatissime – che all’interno delle strutture della Direzione provinciale, sia in via Toscana che a piazzetta Napoli hanno superato abbondantemente i trenta gradi centigradi – chiedendo all’amministrazione di provvedere al ripristino delle condizioni climatiche adeguate a garantire la salute dei lavoratori e la conseguente erogazione dei servizi alla collettività. L’amministrazione ha risposto dotando gli uffici di piazzetta Napoli di climatizzatori portatili e di abbattitori di temperatura: soluzioni temporanee, che il sindacato ha accolto favorevolmente ma che vengono reputate inadeguate rispetto alle esigenze dei dipendenti, alla prese con il caldo torrido degli ultimi giorni. Ben diversa, e decisamente più problematica, è la situazione che affligge i locali di via Toscana dove, con cadenza giornaliera, gli addetti all’impianto di climatizzazione intervengono per rimettere in moto l’impianto: anche in questo caso, si tratta di soluzioni inefficaci rispetto ai disagi in atto.

“Gli uffici sono sempre più simili a una sorta di inferno di cristallo – affermano Farruggia e Del Giudice, che si sono recati presso la sede di piazzetta Napoli e hanno visitato le stanze del personale per verificare le condizioni climatiche – e si boccheggia ancora : nelle prossime ore, la Uilpa si rivolgerà all’Asp provinciale per porre fine a questa angosciosa vicenda”. Le preoccupazioni della sigla si concentrano attorno ai "possibili malesseri fisici e alle patologie da stress termico che i dipendenti potrebbero sviluppare". Il sindacato chiede al direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Palermo Laura Caggegi "di chiudere gli uffici di via Toscana e piazzetta Napoli, provvedendo al trasferimento momentaneo del personale presso la sede della direzione regionale, in via Wilhelm Konrad Roentgen 3, adeguatamente climatizzata".

Torna su
PalermoToday è in caricamento