Un bypass collegherà Scillato e Palermo, Orlando: "Turnazione acqua non necessaria"

L'Amap ha proposto di realizzare una condotta temporanea. I lavori inizieranno, secondo programma, nelle prossime settimane e termineranno a marzo

Un bypass per aggirare la frana e collegare l'acquedotto di Scillato a Palermo. E' la soluzione proposta dall'Amap per fare fronte all'emergenza idrica paventata per la città. L'idea è stata avanzata nel corso di una riunione alla quale hanno partecipato il sindaco Leoluca Orlando, il presidente dell’Amap e i tecnici del Comune e della municipalizzata.

Lo stop all'ergazione è uno dei motivi che ha portato la Regione a proporre l'erogazione dell'acqua a giorni alterni nel capoluogo siciliano. Decisione poi rinviata. L’Amap ha proposto di realizzare una condotta temporanea in Kevlar di circa 1,8 chilometri, sul modello adottato a Messina alla fine del 2015, dando al contempo massima disponibilità a sostenere interamente a proprio carico, gli oneri dell’intervento, stimato in circa 1.300.000 euro.

"I lavori - si legge in una nota del Comune - partiranno nelle prossime settimane e permetteranno, entro la fine di marzo, di riattivare il collegamento idrico con la città di Palermo, garantendo un’erogazione di circa 400/600 litri d’acqua al secondo, altrimenti destinati a disperdersi in mare. Un dato assolutamente considerevole, dal momento che attualmente a Palermo il totale erogato si attesta sui 2450 litri d'acqua al secondo".

“Nelle more che si attivino i fondi del Patto per la Sicilia, che permetteranno alla Regione di fare un intervento più complessivo anche sulla frana - sottolinea il sindaco Leoluca Orlando - la soluzione adottata dall’Amap permetterà di alleviare in modo significativo i problemi della città di Palermo. Un motivo ulteriore perché non si prendano al momento provvedimenti di turnazione idrica, la cui attuazione - se sarà necessaria - dovrà essere fatta dando adeguata e tempestiva informazione ai cittadini”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento