Università, accordo tra Palermo e la Cina per la formazione degli imprenditori

A sottoscriverlo Unipa ed Eupic, un ente governativo cinese rappresentato oggi da Segree Dai. Il rettore Micari: “Importante opportunità di sviluppo per l’Ateneo che diventa sempre più competitivo nell’attrarre studenti da tutto il mondo”

Il rettore di Unipa Fabrizio Micari e la rappresentante di Eupic Segree Dai

Siglato un accordo tra l’università di Palermo e la Cina sulla formazione e l’aggiornamento degli imprenditori cinesi. Si è tenuto oggi pomeriggio, nella Sala Carapezza dello Steri, l’incontro tra il rettore Fabrizio Micari e il presidente dell’Eupic Mrs Segree Dai, che hanno sottoscritto un memorandum of understanding tra Unipa e l’ente governativo cinese. A fare da capofila al progetto il Dipartimento di scienze politiche e delle relazioni internazionali dell’ateneo siciliano.

“L’accordo di cooperazione tra l’Università di Palermo ed Eupic è una importante opportunità per lo sviluppo dell’Ateneo e del Territorio. Le strategie di internazionalizzazione intraprese negli ultimi anni da Unipa e l’offerta formativa multidisciplinare con i sei corsi di studio in inglese – dichiara Micari – rendono Unipa competitiva nell’attrarre studenti da altre parti del mondo. Inoltre questo accordo, ben si inserisce nelle collaborazioni già attivate dal 2014 tra Eupic e Confindustria Sicilia, che hanno prodotto nell’ultimo anno un incremento del 212% dei rapporti commerciali tra la Cina e l’Isola. Tali risultati eccellenti – conclude Rettore –  sono certo che proseguiranno in futuro grazie alla nostra esperienza e collaudata formazione in tutti i campi del sapere, da oggi rivolta mediante i programmi di aggiornamento anche agli imprenditori cinesi, generando un circuito virtuoso di cooperazione economica, scambi e partnership commerciali tra il tessuto produttivo siciliano, le Istituzioni locali e i mercati internazionali”.

L’Eupic, Eu project innovation center, è un ente governativo cinese istituito nell’ambito dell’Enterprise european network della Commissione europea per promuovere la cooperazione commerciale con la Cina e l’Asia in genere, che rappresenta oltre un milione di piccole e medie imprese cinesi, con 760 mila partner commerciali da 65 paesi diversi. Hanno preso parte all’incontro di oggi la professoressa Ada Maria Florena (prorettore alla Internazionalizzazione dell’Università di Palermo), il professore Livan Fratini (prorettore alla Ricerca dell’Università di Palermo), il professor Antonello Miranda (delegato del Rettore a coadiuvare il prorettore alla Internazionalizzazione nella cura dei rapporti con le Istituzioni politiche e diplomatiche internazionali dell’Università di Palermo), il professore Salvatore Casabona del Dems, e due rappresentati di Sicindustria, Antonico Salerno (delegato all’Internazionalizzazione per Sicindustria), e l’architetto Giada Platania (coordinatrice dello Sportello unico Een).
 
A seguito della sottoscrizione dell’accordo, la delegazione di Eupic, costituita da Segree Dai, presidente di Eupic, Catherine Yang, project director (events)/liason office, Qinghe Li, project director (education) e Mark Chen, project manager (events), è stata accompagnata al Campus di viale delle Scienze per visitare le strutture di eccellenza dell’Ateneo, tra cui il Consorzio Arca e i Dipartimenti variamente interessati a costruire partnership industriali e scientifiche con la Cina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ormai hanno in pugno l'economia...

  • In effetti ci manca formarli ...come se non avessero già in mano l’economia

  • Mah, questa mi sembra comica quanto il furto ai giornalisti belgi che intervistavano Orlando... l'Italia è un Paese economicamente in ginocchio, che sta (s)vendendo tutte le maggiori attività commenrciali, con un'imprenditoria che delocalizza in Cina; e la Sicilia, in ambito italiano, è una delle regioni messe peggio di tutte. Di contro la Cina é la seconda economia mondiale, ed in lizza per divenire la prima, con ottime probabilità di riuscirci; ha avuto una progressione esponenziale negli anni scorsi, con un lieve "fisiologico" rallentamento nell'ultimo periodo... ED I CINESI VENGONO AD IMPARARE DA NOI COSA DOVREBBERO FARE?!?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cavallo scappa e finisce in autostrada: paura sulla A29, l'animale bloccato dalla polizia

  • Incidenti stradali

    Incidente nella notte alla Cala, auto contro palo della luce: due feriti

  • Cronaca

    Buonfornello, beccati con 240 chili di sigarette di contrabbando: arrestati padre e figlio

  • Politica

    Auto elettriche, bando del Comune per installare in città le colonnine di ricarica

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento