Associazione Cutino, al Cervello si presenta la raccolta fondi per i bimbi talassemici

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Campus di Ematologia dell’Ospedale Cervello centro di coordinamento nazionale della Rete Licnet, il network nazionale per la misurazione del ferro epatico nei pazienti talassemici. Una rete, operativa da due anni, voluta e costituita dall’Associazione Piera Cutino, alla quale aderiscono 12 centri di talassemia in tutta Italia.

I risultati scientifici di questi due anni, che saranno illustrati a dicembre a San Francisco al Convegno internazionale sull’ematologia, saranno presentati in anteprima mercoledì 26 novembre nel corso di una conferenza stampa in programma alle 9,30 presso la sede di CasAmica all’interno del Campus di Ematologia Franco e Piera Cutino (secondo piano) all’Ospedale Cervello.

Interverranno il direttore Generale dell’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello Gervasio Venuti, il professore Aurelio Maggio, direttore dell’Unità operativa per le malattie rare del sangue e degli organi ematopoietici dell’Azienda Villa Sofia-Cervello, Giuseppe Cutino, consigliere dell’Associazione Piera Cutino, i responsabili del Centro Conca d’Oro e del Gruppo Intesa Sanpaolo.

L’istituto di credito, insieme all’Azienda Fiasconaro di Castelbuono, sarà infatti protagonista della campagna raccolta fondi “Un Natale con i bambini talassemici” che verrà presentata in occasione della conferenza stampa di mercoledì 26 novembre. Il ricavato della raccolta servirà a finanziare i progetti del Campus di Ematologia per i pazienti talassemici.

Torna su
PalermoToday è in caricamento