Cefalù, 160 ragazzi impegnati contro il bullismo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sono stati oltre 160 i bambini e i ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 16 anni, coinvolti nella giornata dedicata allatta al bullismo e all’educazione organizzata da Carlos Gallo, Responsabile del Camp estivo di basket a Cefalù che ha avuto come protagonista Anna Aulico, responsabile del progetto OSM Kids, che da anni si impegna a diffondere tra i giovani i valori dell’etica e del rispetto. “I temi che abbiamo affrontato - spiega Anna Aulico - sono stati diversi a seconda delle fasce d’età con le quali abbiamo interagito: al mattino abbiamo parlato con i bambini fino ai 10 anni circa il problema del bullismo, di come riconoscere un bullo, di come non farsene intimorire e di come affrontarlo e neutralizzarlo in maniera pacifica e costruttiva. Nel pomeriggi con i ragazzi più grandi, invece abbiamo creato un evento dal titolo “Il Giardino dei Talenti”, durante il quale abbiamo discusso di autostima, determinazione, responsabilità e di tutte quelle caratteristiche che accomunano i campioni dello sport”. La giornata si è conclusa con un ulteriore intervento dal titolo “𝑇𝑟𝑎𝑡𝑡𝑎 𝑙𝑒 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑜𝑛𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑐𝑜𝑚𝑒 𝑣𝑜𝑟𝑟𝑒𝑠𝑡𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑓𝑜𝑠𝑠𝑒𝑟𝑜 𝑒 𝑙𝑜 𝑑𝑖𝑣𝑒𝑛𝑡𝑒𝑟𝑎𝑛𝑛𝑜” che ha visto coinvolti molti coach sportivi che hanno discusso di quali siano le azioni e i comportamenti da mettere in campo per gestire bene le persone e farle rendere al meglio del loro potenziale.

Torna su
PalermoToday è in caricamento