Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Settimo di nome, primo nella nuova Cupola: la scalata del gioielliere erede di Totò u curtu

Mineo, l'ottantenne arrestato dai carabinieri, era considerato l'erede del Capo dei Capi. Il vecchio boss era stato condannato a cinque anni di carcere al maxiprocesso e poi riarrestato nel 2006 nell'ambito dell'operazione 'Gotha'
Torna a Settimo di nome, primo nella nuova Cupola: la scalata del gioielliere erede di Totò u curtu

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Al mio parere lo stato elogia un po troppo i gruppi criminali. Stu settimu di nome e primo nella cupola, sono tempi superati da tantissimi anni, con l'agevolazione da parte dello stato sia tecnologicamente che pratica. Con questo atteggiamento da parte dello stato, non si fa altro che alimentare la malavita organizzata.  La cupola, cosa nostra, uomini d'onore, sono solamente vecchi e lontani ricordi.   Criminalità organizzata questo l'appropriazione giusta.

  • E adesso, chi?

  • Il ladruncolo se l'è fatta franca per miracolo. E si capisce perchè hanno nelle loro mani anche il diritto di vita e di morte, questi padreterni infami.

  • È l'inizio della fine. Non si rendono conto che i tempi sono cambiati. Dovunque vadano, qualunque cosa facciano o dicano, avranno sempre il fiato sul collo giorno e notte; il minimo che può capitare è di finire in galera e con i sequestri e le confisiche patrimoniali avranno da rimetterci. Ma gli conviene? Che str**zi!

  • Avatar anonimo di Tony
    Tony

    Domani tutti fuori e tutto ritorna come prima.......salvini rompi le chiavi.

  • non vogliono capire: é finita, non è più come una volta..ORAMAI vi stanno addosso,

Torna su
PalermoToday è in caricamento