Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Ludopatici e disoccupati, parlano le vittime degli spaccaossa: "Mille euro per farci rompere le braccia"

Tra i "prescelti" della banda sgominata da polizia e guardia di finanza c'erano indigenti o persone attratte dalla possibilità di guadagnare soldi facili. La testimonianza: "Eravamo 3-4, poi mi hanno fatto sdraiare e mi hanno messo il braccio tra due mattoni"
Torna a Ludopatici e disoccupati, parlano le vittime degli spaccaossa: "Mille euro per farci rompere le braccia"

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di Joker
    Joker

    I dettagli vei do io...gia...sono tutti fuori...26 aprile...

  • Si ammalassero in carcere...

  • Io penso che non sia volontà della questura,o di altri organi inquirenti,dare informazioni così poco dettagliate. Credo sia responsabilità della redazione di Palermo Today,quale sia il fine...si comprenderà. Prima i nomi tutti insieme,poi le foto strette,con mezzo volto tagliato. Poi non si capisce chi faceva parte dell’organizzazione criminale e chi era la vittima. Adesso le foto larghe,tanto da potere identificare i volti...ma senza i nomi. Quindi,la volontà di non permettere al lettore di identificare il volto con un nome e cognome e,se lo stesso è vittima o carnefice. Oltre mezzo secolo addietro,compravi il giornale e trovavi tutto...oggi,mezzo secolo dopo...per avere certezza di un fatto accaduto e dei loro responsabili...devi creare un puzzle...Rispettiamo la privacy...tanto vale non pubblicare nulla.

    • Di cosa soffre?

  • Di sicuro staranno cercando di cambiarsi i connotati: chi si raderà a zero, chi si farà crescere la barba, chi dimagrirà e viceversa. Tanto resteranno quelli che sono e cioè un'accozzaglia di vigliacchi schifosi.

  • Avatar anonimo di Pietro
    Pietro

    Prima di parlare di diritti umani dovremmo definire chi è riconducibile alla categoria degli umani. Questi qui sono percolato, andrebbero solo sversati all'interno di un inceneritore o lanciati dentro l'Etna. Va riscritto il codice penale, spero in Salvini.

  • Questo è ciò che accade quando  non si ha la capacità economica per sopravvivere, si diviene facile preda di cacciatori pronti a tutto. Questa storia come tante altre dovrebbe far riflettere tutti, chi si presta a simili torture è una persona economicamente non autosufficente che per varie vicessitudini, sbagliando, intravede una possibilità di raccimolare qualche soldo per sbarcare il lunario anche sottoponendosi a  torture. Le vittime sono  soggetti  ai margini della società cieca ed incapace di sostenere le famiglie disagiate, di pretendere che le istituzioni prevedano reali strumenti di sostegno a favore dei sogetti più deboli ai quali garantire sempre e comunque la dignità che merita un essere umano.

  • Buttate le chiavi! .... che schifo! Senza parole!!

  • Tutti felici e sorridenti come se fossero benefattori dell'umanità. Farei provare a loro quello che hanno provato le vittime. Su queste cose dovrebbe riflettere il nostro beneamato sindaco.

  • Io a 14 anni mi fratturai il polso provando dei pattini a rotelle mi ricordo ancora il dolore lancinante, questi sono dei veri e propri animali loro ed i parenti che li applaudivano all'uscita della questura.... Subumani della società

  • Mi viene da dire occhio per occhio.....

    • Giusto, anche per quegli animali dei parenti che li aspettavano.

  • Non ci sono parole per queste bestie Vergognatevi

  • Bestie e bestioline.

  • Cani

  • Da ragazzino purtroppo mi fratturai tibia e perone e ancora mi ricordo il dolore imnane che provai e la lunghissima riabilitazione ; per cui mi viene naturale mostrarmi sensibile nei confronti di chi -preso dalla disperazione esistenziale- ha subito questi supplizi medievali da parte di semi-boia senza una stilla di scrupolo e sensibilità per il genere umano!

  • Assurdo. Che feccia

Torna su
PalermoToday è in caricamento