Animali in casa: ecco le regole condominiali

L’entrata in vigore della nuova riforma dei condomini ha eliminato il divieto di detenere animali domestici. La libertà però di possedere un animale deve tenere conto del rispetto dei diritti degli altri condomini e di alcuni doveri

foto Ansa

Animali in condominio, si possono tenere sì o no? Cosa dice la legge? Fino a qualche anno fa non era raro imbattersi in annunci nei condomini che specificavano il divieto di tenere animali domestici in casa per gli inquilini.

La legge 220/2012, all’articolo 1138 c.c. (Regolamento di condominio), nell’ultimo comma riconosce invece il diritto di tenere animali domestici nel condominio specificando che “le norme del regolamento non possono vietare di possedere o detenere animali domestici”. 

Se però non si può più vietare la presenza di animali domestici negli appartamenti condominiali, è altrettanto vero che esistono anche determinati obblighi e doveri da parte dei loro possessori, per garantire la convivenza civile e il rispetto di tutti. E’ importante infatti da parte dei proprietari degli animali garantire il rispetto delle norme di sicurezza, igiene e salute per non arrecare disturbi agli altri condomini, che potrebbero poi richiedere ad esempio l’allontanamento dell’animale. 

Valgono ad esempio le disposizioni contenute nell’ordinanza del ministero della Salute in vigore dal 23 marzo 2009 che prevede, tra le altre cose, l’obbligo per i proprietari dell’animale:

  • mantenere pulita l’area di passeggio;
  • utilizzare il guinzaglio ogni luogo;
  • applicare la museruola in caso di animali aggressivi.

Inoltre, è bene ricordare che:

  • gli animali non possono essere lasciati liberi di circolare negli spazi comuni senza museruola e guinzaglio. Il proprietario sarà ritenuto responsabile civilmente e penalmente in caso di danni o lesioni a persone;
  • il proprietario sarà ritenuto responsabile anche qualora l’animale emetta rumori molesti intollerabili o odori sgradevoli (articolo 844 cod. civ.). e il condominio può richiedere l’allentamento dell’animale dall’abitazione (art. 700 cod. proc. civ.). Sebbene sia riconosciuto il diritto dei cani di abbaiare, ad esempio, è però vero che per il proprietario sussiste l’obbligo di ridurre al minimo le occasioni di disturbo e di prevenire le possibili cause di agitazione ed eccitazione dell’animale (vedi Cass. pen. n. 7856/2008);
  • in caso di immissioni rumorose è possibile ipotizzare il rato di “disturbo del riposo delle persone” (art. 659 cod. pen.) purché tale disturbo venga arrecato a un numero indeterminato di persone;
  • è vietato abbandonare per un lungo periodo gli animali domestici su bacini o in casa: in quel caso potrebbe ipotizzarsi il reato di “omessa custodia” (art. 672 cod. pen.).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Sarebbe meglio andar a vivere in casette di campagna...

  • E' bello che tutti possano tenere gli animali grazie a questa legge. Un vero peccato che il cittadino palermitano si ferma solo al diritto che gli da la legge ma non osserva i doveri che gli impone. Padroni che fanno c.... i propri cani ovunque in giro per i condomini, cani lasciati liberi senza museruola e ancora peggio senza neanche il guinzaglio. Perchè il palermitano è bravo a far valere i propri diritti ma non altrettanto a rispettare i propri doveri

  • Avatar anonimo di Dario
    Dario

    La legge va estesa ai vicini anche che pur non vivendo bello stesso condominio incidono sulla vita di un individuo che vive vicino, l'esempio è la puzza che spesso sento dei cani dei miei vicini perché ne ha assai per il solo motivo che fa fare cucciolata e vende i cani, e casa mia deve fare puzza di escrementi e urine dei cani perché loro non vogliono levarli dall'altro miei che condividiamo dato che questa persona ha la villa? È giusto poi che dall'altra parte della mia casa ogni persona nel loro balconcino tengono cani che abbaiano a volte senza farli zittire e arrecando disturbo anche di più quando si mettono ad abbaiare tutti insieme? Si dovrebbe estendere anche ai vicini tutti questo o fare una legge per il vicinato, per regolare le azioni dei vicini, perche non è possibile vivere anche con chi amzichd usare il citofono e parlare alza la voce gridando per comunicare facendosi sentire da tutti, o fare feste e non avere orari solo perché è un compleanno, gli orari, lr regole devono esistere su questa cosa anche se si tratta di feste comuni a tutti, non si puo dare un ferragosto a casa con la piscina mettere musica ad alto volume per tutta la notte fino alle tre o quattro di notte, c'e anche a chi di queste feste se ne frega, o se ne frega se tutti devono arrostire carne per il 25 aprile o primo maggio, se uno vuole fare la sua vita tranquillo non deve arrecare disturbo a nessuno o deve essere punito civilmente o penalmente, non si puo sopportare l'odore di legna e carne bruciata se deve essere persistente per troppo tempo e invadere l'aria delle case sana, l'aria di fumo intossica e provoca tumori e sopratitto inquina, o si hanno i posti giusti per cucinare a legna o niente, esistono pure barbecue a gas che permettono di non dare fastidio e l'effetto è uguale anzi molto più salutare dato che il fumo appiccicato nel cibo e cancerogeno tanto quanto un pezzo di carne divenuto carbone...

    • Avatar anonimo di Nino
      Nino

      Visto che hai tutte queste FISIME ( ossessioni) , potresti escluderti volontariamente dalla società ed andare in ritiro su un eremo 

    • Avatar anonimo di Dario
      Dario

      Comunque voglio fare notare/ricordare che esistono, oltre alle leggi ordinarie statali anche quelle regionali e anche comunali dunque se leggi che penso siamo giuste per Palermo ma non interessano il Nord e quindi non sono di interesse prioritario e o nazionale ci sono pure leggi come dicevo regionali e comunali quindi se certe cose non funzionano non siamo colpa al governo centrale italiano perché come si può osservare il comune ha spesso parlato di risolvere i problemi a partanna e Mondello per gli allagamenti ma non ha fatto niente e per questo che hanno organizzato un corteo per questo sabato 9 alle 10:30 per protestare con un salvagente, proprio perché il comune non si interessa di cose fanno bene alla comunità fa solo i propri interessi per fare soldi come può, come meglio può, è per questo si vedono troppe strisce blu e multe a tempesta e spesso senza contestazione del vigile, proprio per risparmiare perché se ci fossero vedrebbero che non si fermano nemmeno per i pedoni e poco tempo fa un vigile in borghese o poliziotto ..Non ricordo l'ha potuto notare sulla propria pelle perché è stato innesto e povera persona.. è stato pure grave.. quindi, sappiate un po fare "scuscio menzu u saccu" facenci sentire unendoci per fare forza contro lr ingiustizie del Sud, se il governo vuole il reddito di cittadinanza almeno qualcosa la gara di buono, farà riattivare i centri di impeto da sempre fuori uso pagati da tutti ma che non servono a niente, perche dopo, il governo, vorrà vedere persone che accettano un lavoro, e funzionando il lavoro al Sud o conto tornano in tutto il territorio italiano, la gente spende e le tasse ci sono.

      • Avatar anonimo di Dario
        Dario

        Comune il corteo di sabato è giorno 6, scusate eventuali errori di battitura purtroppo riscontro problemi nell'immissione dei commenti vedendo due frecce e schermo scutito come disattivo.. è la schermata che mi invits a ruotare il cellulare per ritornare a leggere..... Ma chi vuole dire!? Boh..

  • Avatar anonimo di Raimondo Claudio Licata
    Raimondo Claudio Licata

    ci vuole la legge pure per i bambini che sono molto peggio degli animali , gridano peggio delle scimmie ,scrivono sui muri come neanderthal e sprocano come petardi nei sacchi di munnizza!! niente contro loro per carità, ma per quei sconsiderati e porci genitori senza educazione e rispetto!!

    • Avatar anonimo di Dario
      Dario

      La penso come lei, ma non è colpa loro e dei loro genitori che non lo sanno educare, e la legge ci vuole per questo genitori che stanno poco attenti ai figli anche per pigrizia di intervenire... purtroppo Le leggi ci vogliono anche in casa ma chi le mette in casa? Solo con questa leggi in casa di potrebbero abituare i bambini a vivere in un luogo civile ma sopratutto ad avere sempre rispetto per i genitori anche una volta diventati adulti e responsabili per lo stato italiano a qualunque età siano, c'e chi diventando grande non rispetta più i genitori e atteggiamenti di supremazia si inalbera sopra chi dovrebbero governarli anche per anzianità e perché sono i loro genitori, se ci fossero leggi prima di titto in casa da grandi non solo avrebbero più rispetto ma fuori sarebbero molto più civili ed educatoa differenza di tanti altri che non avrebbero avuto lo stesso insegnamento. C'e da dire una cosa, a volte gente antica o i di mezza era è proprio insopportabile ma almeno anziché esserer cattivi e rispondere in un certo modo ci si l"litigherebbe" lou umanamente, diplomaticamente magari tacendo più che dare sempre una risposta che infastidisce... a volte un silenzio vale più di mille parole...

  • L'articolo è scritto bene soltanto la legge è scritta sbagliata,la legge doveve specificare quali animali domestici perchè fino a prova contraria le galline , oche, anatre cavalli, asini pecore e capre sono considerati animali domestici e sfido a vietarmi di portarli a casa, ( io li porto a fettine per arrosto)

    • Avatar anonimo di Dario
      Dario

      Io non so se la gente usa far diventare la propria casa una stalla, ma se questo fosse vero mi chiedo: ma è giusto far diventare questi animali animali da compagnia? Un po sono portatori di malattie e le malattie oltre che forse alcune non sono curabili e altre si curano a volte anche i malesseri portano a cure in emergenza in ospedale e le emergenze si pagano con i soldi della collettività oltre al fatto che gli animali dovrebbero vivere nella natura perché è quello il loro posto naturale dove possono proliferare e senza sentirsi reclusi, io parlo per lo più degli animali di grossa taglia.. oltretutto penso che si dovrebbe vietare il numero esagerato di animali domestici perché non è ne igenico specialmente se ci sono bambini ne giusto per loro, gli animali, oltrettutto ne giusto per il vicinato o per i condomini dato che loro emettono suoni fastidiosi se sono particolari o in un numero esagerato e in genere sporcano ovunque se non sono aomesticati...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Furti in casa, i carabinieri: "Attenti ai nomadi, ecco il codice segreto dei ladri"

  • Casa

    Animali in casa: ecco le regole condominiali

  • Casa

    Riforma del condominio: i tre principali cambiamenti

  • Casa

    Bonus mobili 2018: come funziona e come avere lo sconto

I più letti della settimana

Torna su
PalermoToday è in caricamento