Meteo, instabilità in arrivo: prima lo scirocco, poi temperature giù e (forse) temporali

Una vasta depressione farà il suo ingresso nel Mediterraneo e porterà sulla Sicilia l’attivazione di correnti di Scirocco e poi il peggioramento vero e proprio. Difficile prevedere l'intensità della perturbazione

Bentrovati lettori di PalermoToday, fino ad oggi l’autunno è stato caratterizzato da poche giornate piovose e dalla presenza ingombrante dell’alta pressione che ha spesso regalato giornate anche fin troppo miti, quasi dal sapore estivo: è la storia degli ultimissimi giorni nei quali Palermo ha raggiunto anche i +28°C nelle sue zone pedemontane. Quanto è anomalo tutto ciò? Diciamo che in valori assoluti non è per nulla raro che si raggiungano certi valori, anche nella terza decade di ottobre, il passato è pieno di precedenti simili. Il passato però è pieno anche di maggiore alternanza, ecco dove sta la novità della fase attuale. In passato si presentavano strutture alto-pressorie, reggevano qualche giorno ma poi aveva luogo quasi sempre un break perturbato con annesso calo termico. Oggi assistiamo a configurazioni mediamente più durature, pattern difficili da scalfire, in un senso ed in un altro, sia che si parli di caldo, di fasi siccitose, piovose o di freddo. E non è per nulla una buona notizia.

Tornando alla stretta attualità il break tanto atteso è alle porte non prima però di un’ulteriore rialzo termico nella prima parte della giornata di domani, giovedì. Una vasta depressione infatti farà il suo ingresso nel Mediterraneo, all’altezza delle Baleari, nella serata odierna e nel suo movimento verso est dapprima porterà sulla nostra regione l’attivazione di correnti di Scirocco (il classico breve richiamo caldo prefrontale che in verità stiamo già vivendo), poi porterà il peggioramento vero e proprio.

Domani quindi (Giovedì 24 ottobre). al mattino cielo poco o parzialmente nuvoloso con possibili velature, temperature in possibile, temporaneo come detto, ulteriore aumento soprattutto laddove la nuvolosità tardasse a compattarsi e lo Scirocco riuscisse a soffiare sostenuto. Andiamo al peggioramento: è assai probabile che tra il pomeriggio/sera di domani e parte di venerdì avremo piogge sparse, temporali anche intensi e locali nubifragi sulla nostra provincia. E’ meno chiaro ad oggi dove questi fenomeni colpiranno con precisione e quando, tra i maggiori modelli matematici c’è infatti notevole divergenza di vedute ed alcuni di essi mettono in discussione addirittura lo stesso peggioramento e la sua “forza”. Quel che mi sento di confermare è che da domani pomeriggio e per circa 24 ore saremo interessati da una potenziale severa ondata di maltempo che tuttavia potrebbe anche essere più breve del previsto.

Si dovrebbe partire domani nel primo pomeriggio da occidente e via via tutta la provincia sarebbe interessata entro sera/notte con fenomeni che potrebbero continuare per buona parte di venerdì. Purtroppo queste configurazioni offrono poche certezze e spesso in passato anche con i modelli matematici d’accordo su uno scenario ne hanno offerto un’altro completamente diverso. Serve quindi prudenza ma, nel dubbio, massima attenzione.

Capitolo temperature: qui maggiori certezze, saranno letteralmente in crollo. Alla quota di circa 1500 metri (850 hpa) infatti diminuiranno di 10°C, con precipitazioni persistenti un calo simile non sarebbe impossibile anche al suolo. Nella giornata di venerdì, con ventilazione da NE, quindi difficilmente si supereranno i +21/+22°C mentre le minime saranno finalmente consone al periodo. Per il weekend vi rimando al prossimo approfondimento. Per l’imminente peggioramento seguite invece i continui aggiornamenti sulla pagina Facebook della mia Associazione: https://www.facebook.com/associazione.meteopalermo/
 

Non può piovere per sempre

Nasce come spazio per diffondere la meteorologia, scienza assai complessa ed ancora inesatta, in modo semplice, chiaro e conciso. Questo il compito che spetta a Nicola Sacco, imprenditore agricolo nella vita che, da oltre 20 anni, è un appassionato di meteorologia e che nel 2006 ha creato l'Associazione MeteoPalermo, ora onlus. L'Associazione studia il clima palermitano anche grazie alle numerose stazioni sparpagliate in città ed in provincia e grazie alla passione che quotidianamente mette nel gestire il sito meteopalermo.com con previsioni ed approfondimenti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
PalermoToday è in caricamento