Meteo, primo assaggio invernale con pioggia e vento: l'incognita del ciclone mediterraneo...

In arrivo una fase climatica molto complessa: possibile (ma non certa) la creazione di questo ciclone simil tropicale che potrebbe alimentare temporali notevoli con eventi potenzialmente alluvionali e possibili burrasche. Le previsioni per la provincia di Palermo

Bentrovati lettori di PalermoToday, la prima decade di novembre ci ha portato, proprio negli ultimi giorni, il primo assaggio invernale con le temperature che specie nell’entroterra sono scese parecchio. Adesso ci troviamo davanti ad una nuova fase climatica, molto complessa.
Avrete senz’altro letto di tutto nelle ultime ore ed in alcuni casi sarete anche preoccupati da bollettini inusuali della Protezione Civile e del Comune che sono stati diramati ieri.

Facciamo subito chiarezza: per la giornata odierna l’allerta è arancione. Che significa? L’allerta arancione è una condizione di pre allarme quindi ci si attendono condizioni difficili, quasi da allarme rosso ma non ancora a quel livello, almeno appunto per la Protezione Civile che è l’unico ente preposto a diramare tali allerte. Come mai il Comune però ha indicato alcune zone della città di Palermo nello specifico? Questo non lo so e francamente ne sono rimasto sopreso anche io. Le zone R3 o R4 nella nostra città, ovvero zone a rischio e ad alto rischio idrogeologico, sono purtroppo tante, il focus quindi su una determinata area a me, persona qualunque, è apparso inspiegabile. Se ci fossero dati diversi in mano agli enti preposti che fanno pensare a quella zona più a rischio di altre forse bisognerebbe spiegare il perché. In questo modo i cittadini che vivono in zona Inserra vivono oggi nel terrore, quelli di altre zone ad alto rischio nemmeno sanno di viverci, capirete che siamo davanti ad un corto-circuito informativo.

Passiamo a quel che maggiormente mi compete adesso, l’evoluzione delle prossime ore. Intanto, che sta succedendo? Perché si parla di ciclone mediterraneo? Una vasta depressione, ieri collocata tra la Sardegna e le Baleari, è letteralmente sprofondata verso le coste nord-africane dove continuerà ad approfondirsi in queste ore. Di risposta, si è attivato un poderoso flusso sciroccale che potrà arrecare (sul trapanese ed a sud della Sicilia si sono già formati enormi temporali) condizioni di severo maltempo su diverse aree della regione, specie quelle meridionali, centrali e ioniche dove non mancheranno anche forti venti tra domani e martedì. L‘ulteriore incognita connessa all’affondo del vortice ciclonico è rappresentata dalla possibilità di evoluzione della suddetta struttura in un ciclone simil-tropicale (anche noto come Ciclone Mediterraneo, c.d. TLC= tropical like cyclone), caratterizzato da valori pressori piuttosto bassi e dal cosiddetto “cuore caldo” del sistema, una struttura in grado di alimentare sistemi convettivi (temporaleschi) notevoli, con eventi potenzialmente alluvionali e possibili burrasche. Al momento, questa  rimane appunto una possibilità: tali configurazioni sono molto difficilmente predicibili anche a poche ore, pertanto bisognerà seguire l’evoluzione reale. Verosimilmente ne sapremo di più questa sera.

Precisazione doverosa: se anche il TLC riuscisse a prendere vita non sarebbe minimamente paragonabile agli uragani che vediamo colpire gli Stati Uniti o altri stati nel mondo, il Mediterraneo non essendo un oceano non ha la forza necessaria da “offrire” all’alimentazione di tali strutture. Tuttavia non vanno sottovalutati, venti anche a 120 km/h sono possibili insieme ai già citati eventi alluvionali sparsi.

Previsione per la provincia palermitana: a partire dalla tarda mattinata/primo pomeriggio ed almeno sino a sera saranno possibili temporali intensi e locali nubifragi. L’entroterra risulta leggermente più favorito della costa ma davvero con questo tipo di configurazioni non si può escludere nulla quindi mi sento di coinvolgere tutta la provincia, senza troppe distinzioni. In serata invece i fenomeni dovrebbero concentrarsi maggiormente sul settore orientale della nostra provincia. Temperature in calo durante le precipitazioni.

Capitolo venti: rinforzo più deciso dalla serata/notte con picchi possibili anche vicini ai 100 km/h sulla fascia centrale della costa, per capirci meglio zona Termini Imerese. Altrove picchi sui 70/80 km/h.

Tendenza martedì: davvero difficile dirlo in questo momento, tutto dipende dalla formazione o meno del TLC, vi tengo informati.

Non può piovere per sempre

Nasce come spazio per diffondere la meteorologia, scienza assai complessa ed ancora inesatta, in modo semplice, chiaro e conciso. Questo il compito che spetta a Nicola Sacco, imprenditore agricolo nella vita che, da oltre 20 anni, è un appassionato di meteorologia e che nel 2006 ha creato l'Associazione MeteoPalermo, ora onlus. L'Associazione studia il clima palermitano anche grazie alle numerose stazioni sparpagliate in città ed in provincia e grazie alla passione che quotidianamente mette nel gestire il sito meteopalermo.com con previsioni ed approfondimenti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • talmente preoccupante questa allerta non ho mandato i miei figli a scuola per precauzione ma mi rendo conto troppo tardi che forse anno esagerato un po'.????

Torna su
PalermoToday è in caricamento