Coronavirus a Palermo, ecco il vademecum con le istruzioni utili a prevenire il contagio

Il Comune di Palermo, sulla scorta delle informazioni divulgate dall'Istituto Superiore di Sanità, ha realizzato una guida per capire un po' meglio cosa è e quanto sia realmente pericoloso. All'interno anche le istruzioni per prevenire il contagio

Il Coronavirus sbarca a Palermo con un aereo di linea dal Nord e il Comune di Palermo divulga una guida per affrontarlo. Dopo il caso dei turisti bergamaschi risultati positivi al tampone per il nuovo virus che arriva dalla Cina, sono in tantissimi ad aver inondato le istituzioni, le redazioni dei giornali, le amministrazioni di domande sul da farsi per prevenire il contagio. Senza diffondere psicosi né allarmismi, gestendo il caso con la giusta dose di serietà, ecco il vademecum che il Comune ha diffuso in queste ore con le istruzioni per la prevenzione e gli approfondimenti su cosa è veramente il coronavirus, quali sono i sintomi, quale la diagnosi e come avviene la trasmissione. 

10 cose da fare in questo momento 

  1. Lavare spesso le mani per almeno 20 secondi con sapone o disinfettante
  2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che hanno infezioni respiratorie acute 
  3. Non toccare occhi, naso e bocca con mani sporche
  4. Corprire il gomito o con il fazzoletto naso e bocca se si tossisce o starnutisce
  5. Non assumere antibiotici o antivirali senza prescrizione medica
  6. Pulire le superfici con disinfettanti (allcol o con cloro)
  7. Non usare la mascherina se non si hanno sintomi
  8. Non riunciare all'uso di prodotti provenienti dalla Cina in quanto il virus non resiste sulle superfici a lungo
  9. Non abbandonare animali da compagnia poiché non trasmettono il virus
  10. Contattare il numero verde 1500 se si hanno sintomi o se si pensa di essere stati esposti a contagio

Informazioni ed aggiornamenti in tempo reale si possono recuperare sul sito dell'Istituto Superiore di Sanità

Cosa è 

I coronavirus (CoV) sono un'ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie da lievi a moderate fino a gravi, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie acute. Sono chiamati così per le punte a forma di corona che sono presenti sulla loro superficie. I coronavirus sono comuni in molte specie animali ma in alcuni casi, se pur raramente, possono evolversi e infettare l'uomo per poi diffondersi nella popolazione. Un nuovo coronavirus è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell'uomo, I coronavirus umani comuni in tutto il mondo e conosciuti ad oggi sono sette, alcuni identificati già negli anni '70, altri invece di recente. 

Sintomi e diagnosi

I sintomi più comuni di un'infezione da coronavirus nell'uomo includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi l'infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte. Il tasso di mortalità si attesta fra il 2 e il 4%. In particolare i coronavirus umani comuni di solito causano malattie del tratto respiratorio superiore da lievi a moderate, come il comune raffreddore, che durano per un breve periodo di tempo. I sintomi possono includere

  • naso che cola
  • mal di testa
  • tosse
  • gola infiammata
  • febbre
  • sensazione generale di malessere

Altri coronavirus umani che hanno fatto il salto di specie, come per esempio MERS-CoV e SARS-CoV, possono causare sintomi gravi (che possono progredire in polmonite) che includono 

  • febbre
  • tosse
  • respiro affannoso
  • brividi 
  • dolori muscolari

Trattamento

Non esistono trattamentei specifici per le infezioni causate dal coronavirus e non sono disponibili al momento vaccini. E' quindi fondamentale una accurata prevenzione. La maggior parte delle persone infette da coronavirus comuni guarisce spontaneamente. Riguardo il nuovo coronavirus 2019-CoV, non esistono al momento terapie specifichie. Così vengono curati i sintomi della malattia (cosiddetta terapia di supporto) in modo da favorire la guarigione, ad esempio fornendo supporto respiratorio. 

Trasmissione

I coronavirus umani si trasmettono da una persona infetta a un'altra attraverso 

  • la saliva
  • la tosse 
  • lo starnuto
  • i contatti diretti personali 
  • le mani (se sono state contaminate e non lavate) toccando la bocca
  • il naso e gli occhi 
  • una contaminazione fecale (questo caso è raro)

Prevenzione

E' possibile ridurre il rischio di infezione proteggendo tutti seguendo alcuni accorgimenti

  • lavare spesso le mani soprattutto dopo aver tossito o starnutito, prima e dopo l'assistenza a malati, prima durante e dopo la preparazione di cibo, prima di mangiare, dopo essere andati in bagno, dopo aver toccato animali e le loro deiezioni. Più in generale quando le mani sono sporche
  • corprire naso e bocca quando si starnutisce o si tossisce con il gomito o con un fazzoletto
  • buttare i fazzoletti dopo l'uso

Non è raccomandato l'utilizzo generalizzato di mascherine chirurgiche in assenza di sintomi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Agrigento, violento scontro sulla Statale: un morto

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Il pm di Lecco Laura Siani trovata morta in casa, aveva lavorato anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento