Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

La carenza di estrogeni e progesterone che caratterizza questo periodo comporta l’alterazione del sistema di termoregolazione, da cui la sensazione di calore improvviso e la sudorazione, le modificazioni del ritmo del sonno ma anche del metabolismo dei grassi

Non si presenta come un avvenimento improvviso e definitivo, anzi. Moltissime donne palermitane iniziano a sperimentare diversi sintomi sin dalla fase della pre-menoupasa: ipertensione, ansia, variazioni dell'umore, vampate, secchezza vaginale e gonfiore addominale possono infatti verificarsi con frequenza perché è una fase naturale nella vita delle donne. La menopausa infatti indica il periodo in cui il ciclo diventa dapprima irregolare, per poi interrompersi definitivamente. 

La carenza di estrogeni e progesterone che caratterizza questo periodo, comporta infatti l’alterazione del sistema di termoregolazione, da cui la sensazione di calore improvviso e la sudorazione, le modificazioni del ritmo del sonno ma anche del metabolismo dei grassi, della funzionalità cardiaca, neuronale e muscolo-scheletrica. 

L’approccio farmacologico classico si basa su una terapia ormonale sostitutiva, a base di estrogeni e progesterone, che punta a ridurre i sintomi e prevenire l'osteoporosi; se però, da un lato, questa terapia apporta moltissimi benefici, è anche vero che, dall’altro, sono frequenti numerosi effetti collaterali, come nausea, ipertensione, e l’aumento dell'incidenza di carcinoma all'utero e alla mammella. Accanto alla terapia classica della menopausa è quindi utile pensare a un ausilio fitoterapico che possa alleviare i sintomi a essa associati.

L'erba delle donne

Conosciuta comunemente come “erba delle donne”, la cimicifuga è una pianta perenne erbacea che contiene glicosidi triterpenici, che svolgono un’azione simile a quella della serotonina e sono molto importanti nel contrastare le disfunzioni neurovegetative premestruali e dismenorroiche, in particolare le vampate di calore. La cimicifuga è in grado di ridurre i livelli ematici di LH, l’ormone luteinizzante, ma non quelli di FSH, l’ormone follicolo stimolante, e prolattina; tende inoltre a contrastare la perdita ossea minerale. Molti studi hanno confermato le capacità di questa pianta di ridurre i sintomi della menopausa soprattutto nei casi di: 

  • vampate di calore
  • sudorazione eccessiva
  • cefalea
  • irritabilità
  • disturbi del sonno
  • palpitazioni cardiache

In linea di massima la Cimicifuga è un rimedio sicuro, ma può provocare lievi disturbi a livello gastrico. Inoltre, la pianta contiene salicilati, quindi non dev'essere assolutamente assunta da soggetti con allergia all'acido acetilsalicilico.

L'agnocasto 

L'estratto di agnocasto, ricavato dal frutto maturo della pianta, inibisce la secrezione di prolattina mentre stimola quella dell'ormone luteinizzante e dell'ormone follicolo stimolante. È quindi efficace come antispasmodico e sedativo per i dolori intestinali e addominali, come anche per contrastare irritabilità e ansia. Viste le proprietà endocrine di questa pianta va posta particolare accortezza se si utilizza in concomitanza con altre terapie ormonali; può inoltre provocare effetti collaterali, come nausea, mal di testa, disturbi gastrointestinali e mestruali, acne, prurito ed eritema.

Altri rimedi naturali

Tutti i legumi, ma la soia in particolare, sono utilissimi per contrastare i disturbi più diffusi che derivano dalla menopausa. La soia infatti, grazie alla presenza degli isoflavoni, dei lipidi ricchi di acidi grassi insaturi e delle saponine, abbassa il colesterolo e riduce le vampate di calore, i disturbi del sonno, l'irritabilità e la depressione; sembra, inoltre, che svolga un’azione preventiva nei confronti di tumori al seno e all'utero. Anche il trifoglio rosso risulta essere un rimedio utile, con effetti simili alla soia, dalla riduzione delle vampate e dell'irritabilità, alla prevenzione dell’osteoporosi. Infine, ma non meno importante, l'esercizio fisico è fondamentale per aiutare il fisico e la psiche. Fare movimento con regolarità aiuta a prevenire l'osteoporosi, le malattie cardiovascolari e l'aumento di peso, oltre che a migliorare il sonno e l’umore, favorendo l’equilibrio ormonale.

Potrebbe interessarti

  • Depurante, diuretico e digestivo: ecco perché i palermitani dovrebbero mangiare il mango

  • Come conservare il cibo, ecco i 10 alimenti che vanno tenuti (sempre) fuori dal frigorifero

  • Mal di testa, a soffrine di più sono le donne: come combatterlo tra esercizi e prevenzione

  • Pet therapy protagonista all'Istituto geriatrico: "Aumenta l’autostima degli anziani"

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Centro storico, studentessa seguita e poi violentata sotto casa: fermati due bengalesi

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • Incidente sulla A29, auto contro il guardrail: muore 13enne, gravissimo il fratello

  • Tragedia in autostrada, bimbo di 9 anni in condizioni disperate: "Ha un gravissimo trauma cranico"

  • E' morto il chirurgo Mezzatesta: "La medicina ha perso un genio"

Torna su
PalermoToday è in caricamento