Scuola di psicomotricità in via La Loggia, sabato il taglio del nastro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

A Palermo aprirà la prima scuola di psicomotricità. Sabato 26 ottobre, ci sarà la presentazione del primo anno della scuola alle ore 9.30 nei locali della sede operativa del Celpp (Centro educativo logopedico psicomotorio psicologico) in via G. La Loggia 5, pad. 24 c/o ASP 6. Sarà descritto il percorso che si svolgerà e l’organizzazione e la programmazione del primo anno. Verranno inoltre presentati alcuni dei docenti del corso. Interverranno all’evento: Giovanni Filippello (presidente Celpp Integra e responsabile scuola di psicomotricità), Maria Cusimano (presidente Celpp s.a.s), Gabriela Bulino (assistente sociale e responsabile risorse umane), Marisabel Catalano (pedagogista clinica) e Alessia Volpe (psicologa e psicoterapeuta).

"E' fondamentale, soprattutto, è motivo di orgoglio – ha commentato Giovanni Filippello – Abbiamo fatto una lunga trafila durata circa dodici mesi per essere accreditati. Dopo tanti controlli serrati da parte della fiscop siamo risultati idonei. Siamo felici – ha aggiunto lo psicomotricista - a dare un’opportunità ai giovani e a chi vuole conoscere questo meraviglioso mondo fatto di relazione, emozione, comportamento e organizzazione del se. In una parola: orgoglioso. Consiglio – ha spiegato il responsabile della scuola - di intraprenderlo prima di tutto per migliorare le proprie qualità di intelligenza emotiva, migliorando il rapporto con se e la propria crescita. Poi, perché è un grande sbocco lavorativo per i ragazzi, in quanto è una disciplina in continua espansione, che sta trovando spazio nelle scuole e che può lavorare nei casi che hanno bisogno di interventi per il miglioramento sella gestione relazionale, di condotta di organizzazione e strutturazione del se. Tanti modi – ha concluso Filippello - di lavorare e di fare per il bene di se stesso e l’altro. Noi ci siamo e siamo pronti a dare a voi il nostro meglio com’è il nostro solito fare".

Torna su
PalermoToday è in caricamento