Onicomicosi, qualche trucchetto naturale per combattere il fungo delle unghie

Diffusa particolarmente tra i palermitani che fanno sport e frequentano ambienti umidi come spogliatoi o piscine, l'onicomicosi colpisce soprattutto i piedi, una zona del corpo che trattiene molta umidità specialmente dopo aver svolto attività fisica

Diffusa particolarmente tra i palermitani che fanno sport e frequentano ambienti umidi come spogliatoi o piscine, l'onicomicosi colpisce soprattutto i piedi, una zona del corpo che trattiene molta umidità, specialmente dopo aver svolto attività fisica. La micosi, infatti, proliferando appuntando in contesti umidi, comportano la comparsa di macchie verdastre e fanno inspessire e deteriorare le unghie. 

Così le unghie iniziano a rovinarsi fino ad arrivare, nei casi più gravi, a cadere o a dover essere asportate chirurgicamente; è consigliabile quindi, intervenire repentinamente per risolvere il problema, combattendo il fungo nelle fasi iniziali del suo sviluppo. Per intervenire sugli stadi iniziali dell’onicomicosi è possibile adottare semplici rimedi naturali: vediamo quindi quali sono e come funzionano.

Olio essenziale di lavanda

Quest'olio si può applicare direttamente sulle unghie colpite, basteranno poche gocce pure da applicare una o due volte al giorno. Alternativa all'applicazione diretta è il pediluvio, diluendo da quattro a cinque gocce di olio essenziale di lavanda con un cucchiaio di bicarbonato in acqua tiepida.

Tea tree oil

Ricavato dalla "melaleuca alternifolia", quest’olio ha diverse funzioni, tra cui quella antifungifera e antibatterica: è quindi una soluzione ideale per combattere la micosi alle unghie, anche preventivamente; basterà aggiungere qualche goccia di olio al bagnoschiuma con cui laviamo mani e piedi, passando meticolosamente su ogni punto delle estremità interessate. In alternativa, come per l'olio di lavanda, si possono applicare da due a tre gocce di prodotto direttamente sulle unghie più volte al giorno.

Bicarbonato

Rimedio semplicissimo ma davvero efficace contro la micosi, specialmente in fase preventiva. Oltre al classico pediluvio curativo (per il quale dovrai sciogliere un cucchiaio di bicarbonato in acqua calda), si potrà realizzare un'amalgama di bicarbonato e acqua da applicare sulla zona interessata come fosse un impacco, ripetendo il tutto tre o quattro volte al giorno.

Aceto

Classico rimedio della nonna, per contrastare la micosi sarà sufficiente tenere i piedi a mollo per 15 minuti in una bacinella riempita per un terzo di aceto (di vino o di mele) e per il restante di acqua.

Sale e limone

Noti per le loro proprietà disinfettanti, sale e limone sono utilissimi per combattere le onicomicosi. Utilizzabili anche separatamente, il sale può essere sciolto in acqua calda e usato per lavare i piedi colpiti dal fungo, mentre il limone si può applicare direttamente sulla micosi lasciandolo agire per qualche minuto, il tutto da ripetere più volte al giorno.

Potrebbe interessarti

  • L'inclusione sociale di persone con autismo: all'Ars la presentazione di un progetto

  • Salute, in Sicilia mortalità più alta del paese per malattie cardiovascolari

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento