Premio nazionale di poesia città di Partanna, bagherese conquista il primo posto

“La truscitedda” di Vincenzo Aiello vince la sezione B, dedicata alla poesia in dialetto siciliano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Consegnati i premia ai vincitori del “Premio nazionale di poesia città di Partanna”, giunto quest’anno alla vendituesima edizione e organizzato dall’associazione “Artistica Il Sipario” di Partanna presieduta da Giuseppe Tusa. Questi i vincitori proclamati, all’interno del salone del Castello Grifeo di Partanna, dal presidente della giuria Antonio Fundarò.

Per la sezione A, poesia in lingua italiana: primo classificato con “Le caramelle di Shamira”, Rodolfo Vettorello di Milano; secondo classificato con “D’incanti, di preghiere erano i giorni”, Carmelo Consoli di Firenze; terzo classificato con “Prima di chiudere la porta di Teresa Riccobono Nicoli di Palermo.

Per la sezione B, poesia in dialetto siciliano: primo classificato “La truscitedda” di Vincenzo Aiello di Bagheria; secondo classificato “Primu amuri” di Franca Cavallo di Modica; terzo classificato “I picciriddi d’Aleppu” di Angelo Abbate di Bagheria. Per la sezione D, racconto breve/novella: primo classificato “Dalle finestre del campanile” di Rosaria Carbone di Riesi; primo classifico ex aequo “Veniva dal mare” di Maricla Di Dio Morgano, di Calascibetta. 

Torna su
PalermoToday è in caricamento