Da Palermo a New York in gommone, Sergio Davì ci prova: "Sì, è un'impresa folle"

Lo skipper palermitano spiega il suo ambizioso progetto: "Tutto nasce dal desiderio continuo di esplorare il mondo navigandolo". Si parte i primi di giugno. Durante il viaggio toccherà anche le coste di Islanda e Groenlandia

Sergio Davì

Attraverserà l’Oceano Atlantico con un gommone di 12 metri per raggiungere New York. Il palermitano Sergio Davì è pronto. Un'impresa che lui stesso definisce folle. Partenza prevista per i primi di giugno dal porto di Palermo. Lui, chiamato anche "l'eroe dei due mondi", non è nuovo a progetti del genere. Davì, 54 anni, navigatore esperto, attraverserà l’Atlantico a bordo del gommone Nautilus Explorer, appositamente allestito per la navigazione oceanica d’avventura, percorrendo oltre 6.600 miglia nautiche.

Toccherà le coste di Sicilia, Isole Baleari, Spagna, Portogallo, Francia, Regno Unito, Irlanda, Isole Farøe, Islanda, Groenlandia, Canada, e Usa, con l’arrivo previsto nella baia di New York entro la prima metà di agosto 2019. "Il sogno di andare da Palermo a New York in gommone, di attraversare ancora una volta l’Oceano - commenta Davì - nasce dalla brama continua di esplorare il mondo navigandolo. Un’impresa insolita, forse folle".

L'ambizioso progetto ha un nome: Ice Rib Challenge. E adesso anche con lo sponsor della Turkish Airlines. "Il supporto di Turkish Airlines a questa ambiziosa iniziativa - spiegano dalla compagnia aerea - testimonia l’impegno della compagnia aerea nel promuovere progetti regionali, riaffermando la sua presenza sul territorio italiano e in Sicilia, contribuendo a un’intraprendente iniziativa locale che porta alla regione una visibilità internazionale. Turkish Airlines si pone l’obiettivo di collegare continenti e culture diverse attraverso il suo network di oltre 300 rotte in 124 paesi, e l’Ice Rib Challenge incarna perfettamente questo scopo".

Rafet Şişman, General Manager di Turkish Airlines a Catania ha dichiarato: “Siamo lieti di supportare l’Ice Rib Challenge, la traversata oceanica in gommone dalla Sicilia a New York. Turkish Airlines è sempre in prima linea nella promozione di attività sportive ed entusiasmanti iniziative locali. La collaborazione con Sergio Davì in questa sua impresa rappresenta per noi un’ottima occasione per rinnovare il nostro forte impegno verso la Sicilia. Come compagnia aerea che raggiunge più paesi e destinazioni internazionali di qualunque altra, collegando oriente e occidente grazie alla sua posizione geografica privilegiata, non vediamo l'ora di accogliere i nostri passeggeri siciliani nel nostro nuovo hub, l'Istanbul Airport, per ampliare i loro orizzonti, così come Sergio Davì in questa spedizione".

Davì ha sottolineato: "Per fare questa impresa sarò affiancato da importanti partner. La collaborazione con Turkish Airlines credo possa riassumersi molto brevemente nello slogan della stessa compagnia: Widen your world. Dopo tutto è questo che ci accomuna: allargare il proprio mondo. Per Turkish Airlines affiancare un’impresa come la Ice Rib Challenge dimostra il suo impegno a realizzare un sogno che in fondo è la voglia di esplorare".

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

  • Come conservare il cibo, ecco i 10 alimenti che vanno tenuti (sempre) fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

  • Mafia, blitz tra Palermo e New York: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento