Davì sbarca a New York, era partito da Palermo in gommone: "Scritta la storia della nautica"

La traversata, chiamata Ice Rib challenge, è iniziata lo scorso 21 giugno con partenza dall'Arenella. Quasi 7 mila miglia nautiche in solitaria. All'arrivo nella Grande mela il gommonauta palermitano ha consegnato la torcia della Pace

L'arrivo a New York di Sergio Davì

Missione compiuta. Si è conclusa nel pomeriggio di ieri l’impresa epica di Sergio Davì che da Palermo ha raggiunto in gommone New York. La traversata, chiamata Ice Rib challenge, è iniziata lo scorso 21 giugno con partenza dal Marina Arenella. Quasi 7 mila miglia nautiche in solitaria a bordo di un gommone di serie lungo appena 11 metri, motorizzato con due fuoribordo benzina da 350 cavalli ciascuno e allestito con elettronica di bordo e equipaggiamenti d'eccellenza.

Al suo arrivo a New York, il gommonauta palermitano ha prima voluto dare il suo inchino a Liberty Island ed Ellis Island per rendere omaggio ai tanti italiani (e siciliani) che in passato hanno dovuto affrontare l’oceano Atlantico nel loro “viaggio della speranza”. Si è poi recato presso l’Atlantis Marina Yacht and Club Staten Island, dove è stato accolto con un party di benvenuto organizzato presso il Marina Café, cui hanno preso parte, tra i tanti, anche il Console generale d’Italia di New York Francesco Genuardi, la stampa locale, e il team della Peace Run. 

Davì, eletto Tedoforo degli Oceani per la Peace Run, ha infatti consegnato al suo arrivo la torcia della Pace: l’ha portata in giro per il mondo, lungo tutto il suo viaggio, dalla Sicilia alle Baleari, poi Spagna, Portogallo, Francia, Regno Unito e Irlanda e ancora Isole Faroe, Islanda, Groenlandia per poi toccare il Canada e finalmente gli Stati Uniti. Senza alcun dubbio Sergio Davì, ancora una volta, ha scritto una nuova pagina nella storia della nautica mondiale.

La missione ha anche risposto a precisi obiettivi di carattere scientifico. Primo tra tutti la lotta contro l’inquinamento da microplastiche. A tal proposito, si segnala la co-partecipazione del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) e Izs Sicilia (Istituto zooprofilattico sperimentale di Sicilia) che, a partire dai dati raccolti dallo stesso Davì durante l’intero viaggio, condurranno specifiche ricerche per misurare lo stato di salute dei nostri mari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento