"Grande professionista con ineffabili doti umane": Santi Palazzolo pasticcere dell’anno

Il prestigioso Trofeo Pavoni va al maestro pasticcere di Cinisi "sempre attento alla reinterpretazione delle tradizioni dolciarie della sua terra". Palazzolo: "Il merito di un premio non ha mai una matrice singola. Voglio condividerlo con i collaboratori e la famiglia"

La consegna del Trofeo Pavoni a Santi Palazzolo

Santi Palazzolo è il pasticcere dell’anno 2018-2019: con un voto unanime da parte dei colleghi accademici ha ottenuto il prestigioso Trofeo Pavoni. La cerimonia di consegna dell'importante riconoscimento si è svolta nel Teatro EuropAuditorium di Bologna, al termine del tradizionale simposio pubblico dell’Accademia dei maestri pasticceri italiani - presieduta da Gino Fabbri e con Iginio Massari presidente onorario - in occasione del venticinquesimo anniversario dalla fondazione. Il pasticcere di Cinisi, membro dell’Accademia dal 1997, è stato premiato “per l’impegno e la costanza profusi nel perseguire gli obiettivi e gli straordinari traguardi professionali finora raggiunti, mantenendo sempre integrità morale e ineffabili doti umane. Grande professionista di elevato valore tecnico, sempre attento alla reinterpretazione delle tradizioni dolciarie della sua terra, ha contribuito a fornire nuovi stimoli ad Ampi e a tutta la pasticceria italiana”.

“Ricevere un premio - commenta Santi Palazzolo - vuol dire che ci sono persone che riconoscono i tuoi meriti. E quando queste persone sono dei colleghi, il valore del riconoscimento assume un’importanza ancora maggiore. In vent’anni di Accademia ho cercato di dare sempre il meglio e oggi voglio ringraziare tutti per quello che in questi anni mi hanno dato. L’Accademia rimane il più importante punto di riferimento nel panorama della pasticceria italiana e internazionale e ricevere questo attestato di stima è per me motivo di grande orgoglio e gioia. Il merito di un premio però non ha mai una matrice singola, ma collettiva. Ed è per questo che voglio condividerlo con i miei collaboratori e con la mia famiglia”.

Per il pasticcere, che tra due anni, festeggerà anche il centenario della sua azienda, questo riconoscimento arriva dopo anni intensi di fatica, lavoro, investimenti e impegni, che hanno permesso di raggiungere nel 2017  tre importanti traguardi: il mantenimento dello show-room all’interno dell’aeroporto di Palermo, la creazione di un nuovo e innovativo laboratorio per la sua produzione artigianale a Terrasini e l’inaugurazione di una pasticceria e di una gelateria - già molto apprezzate dalla clientela - all’interno di Fi.Co-Eatalyworld, a Bologna

PalermoToday visita il laboratorio di Terrasini | VIDEO

Santi Palazzolo nel 2015 ha denunciato e fatto arrestare Roberto Helg, al tempo Presidente della Camera di commercio palermitana, nonché vicepresidente della società di gestione dell’aeroporto Falcone e Borsellino, che gli aveva chiesto una tangente da 100 mila euro per prorogare l’apertura del suo show-room nello scalo siciliano. Nel 2016 il pasticcere ha vinto l'arbitrato che ha visto il suo l'avvocato confrontarsi con quello nominato dalla Gesap: lo show-room dell'aeroporto resterà aperto fino alla fine del 2018. La sua prima pasticceria, quella di Cinisi, è stata creata dal nonno nel 1920. Nel 1985 la gestione è passata a Santi e negli ultimi dieci anni ha preso il volo aprendo in Europa due sedi operative in Francia e una a Barcellona. E' lì che vengono spediti - per essere venduti e deliziare i clienti - i prodotti realizzati nel laboratorio di Terrasini. Ma non solo, le cassate, i cannoli e le prelibatezze varie prodotte in Sicilia vengono vendute anche a clienti italiani. “Con la dolcezza si ottiene tutto” è lo slogan della Pasticceria di Cinisi: questo importante riconoscimento lo conferma. 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

  • Sognando la villa con piscina a Mondello, costi e tempi per averne una in giardino

I più letti della settimana

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Incidente in via Selinunte, a bordo di una Vespa si scontra con un’auto: morto un uomo

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, frontale fra due furgoni: grave un quarantenne

  • Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

Torna su
PalermoToday è in caricamento