A Palermo il primo ristorante virtuale della Sicilia: la cucina hawaiana arriva a domicilio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Piatti sani e gustosi direttamente a domicilio in poche, semplici mosse. Pokehome.it, è il primo ristorante virtuale in Sicilia, nato a Palermo dall’idea di Lorenzo Clemenza, giovane startupper, che ha unito la sua passione per la cucina a quella per la tecnologia.

L’idea che sta alla base di Pokehome.it è quella di sdoganare il concetto di ristorante digitale anche nell’Isola e di renderlo familiare e ampiamente utilizzato come avviene già nel resto d’Europa. Si tratta di un modello di business più snello del ristorante tradizionale e certamente più veloce nelle consegne a domicilio, vero core business. Pokehome.it propone una cucina hawaiana contaminata da elementi siciliani, una contaminazione che si esprime soprattutto attraverso la selezione delle materie prime. La poke, infatti, è la tradizionale insalata a base di pesce crudo molto diffusa nell’isola del Pacifico, e il cui significato racchiude parte della preparazione. Poke infatti vuol dire “tagliare a pezzetti” e tutti gli ingredienti vengono tagliati e mescolati nella classica bowl secondo le indicazioni dello chef o il gusto dei clienti. A comporla sono una base che può essere scelta tra riso bianco, basmati o venere, quinoa, cous cous o insalata; una, due o tre proteine a scelta tra salmone, tonno e gamberi in varie cotture, pollo o tofu; frutta e verdura d’accompagnamento; salsa e topping. Una serie di combinazioni gustose, sane e complete che hanno fatto del poke uno dei cibi preferiti anche da atleti e sportivi.

"Invece del classico ristorante al quale tutti siamo abituati - spiega Lorenzo Clemenza - noi abbiamo puntato tutto sulla dark kitchen, un ristorante virtuale composto da un sito internet chiaro ed immediato che è la nostra vetrina ma anche il menu attraverso il quale i clienti possono scegliere quello che desiderano mangiare. Poi basta fare l’ordine, noi lo prepariamo in tempo reale nel nostro laboratorio di cucina e lo consegniamo a domicilio. Pochi passaggi veloci per avere un buon piatto a casa o al lavoro in tempi brevi. Il food delivery a Palermo è un mercato in forte crescita così come l’interesse per il cibo sano. Questi dati, uniti ad una seria analisi del mercato, ci
hanno fatto capire che questo era il momento giusto per lanciare pokehome.it. In Italia cisono, al momento, due esempi di attività di dark kitchen disuccesso e sono entrambi a Milano. Noi ci auguriamo di essere il terzo".

Chi è Lorenzo Clemenza

Nato a Palermo ventotto anni fa, è laureato in Marketing e Management all’Università di Bologna. Ha vissuto e lavorato all’estero facendo tesoro di una serie di esperienze maturate nel mondo della ristorazione, del marketing e del digitale. Si è appassionato al poke quando ha deciso di alimentarsi esclusivamente in modo sano e completo e da allora il suo stile di vita è cambiato. È convinto che la cucina salutista e il food delivery siano gli ambiti che più si svilupperanno in un futuro prossimo anche in Sicilia.


Cos’è il ristorante virtuale o dark kitchen

È un ristorante a tutti gli effetti ma non ha sala, tavoli o camerieri. Di fatto è un laboratorio di cucina con uno o più cuochi che mettono a disposizione dei clienti una selezione di piatti che si possono acquistare attraverso il sito o un’app ed essere comodamente consegnati a domicilio. Il primo, evidente vantaggio, è di tipo economico, con un abbattimento dei costi di gestione. Inoltre il ristorante virtuale o
dark kitchen, si inserisce in un trend che in questo momento è in forte ascesa in tutto il mondo, quello delle consegne di cibo a domicilio. Le app di consegna sono semplici, intuitive e rapide da utilizzare, i sistemi di pagamento sono cashless e i menu dei ristoranti vengono più facilmente aggiornati anche in base a richieste o food trend del momento.


 

Torna su
PalermoToday è in caricamento