Polizia, "upgrade" per l'Ufficio scorte che viene affidato a un dirigente

In virtù di una sua rimodulazione a rango dirigenziale adesso assumerà un rilievo autonomo dal punto di vista amminsitrativo-funzionale. Opererà come segmento autonomo e dotato di specifiche capacità di analisi e valutazione nel complesso sistema di sicurezza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Da oggi l’Ufficio scorte della Questura di Palermo, in virtù di una sua rimodulazione a rango dirigenziale, assume un rilievo autonomo dal punto di vista amministrativo-funzionale e viene affidato ad un dirigente della Questura. Tale cambiamento, fortemente voluto dal Questore di Palermo e approvato dal Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell’Interno, è certamente figlio di una specificità palermitana ed appare come il riconoscimento di una realtà complessa e composita.

L’Ufficio scorte di Palermo costituisce, senz’altro, l’ufficio di polizia che più di ogni altro ha pagato un alto tributo di sangue nella recente storia della lotta alla criminalità organizzata nella provincia palermitana. Le stragi di Capaci e di via D’Amelio hanno segnato indelebilmente la storia del Paese, che ha pagato il gravoso prezzo del sacrificio di numerosi appartenenti della Questura di Palermo, i quali hanno fornito, senza alcun tentennamento, il proprio contributo morale e materiale per rendere la nostra società libera da condizionamenti.

Donne e uomini della Polizia di Stato, dal grande valore, che hanno speso la loro vita per tutelare rappresentanti delle istituzioni i quali, come loro, hanno profuso il più profondo impegno per tutelare la convivenza civile dalla prevaricazione mafiosa. Un passato così carico di storia e di responsabilità maturate sul “campo” ha fatto raggiungere agli operatori che lo compongono un altissimo livello di professionalità. Queste capacità sono state affinate, attraverso lo studio e l’applicazione delle tecniche operative, approfondite durante gli specifici corsi di formazione e di aggiornamento ed ormai consolidate in prassi operative, oggetto di specifica normativa di settore.

In ragione della gestione della sicurezza personale di un gran numero di personalità operanti in una realtà vasta e complessa come quella della provincia palermitana, sotto il profilo della gestione delle risorse umane e materiali, l’Ufficio scorte è un ufficio complesso e specializzato. Dal punto di vista operativo funge principalmente da cabina di regia dei dispositivi di protezione alle personalità, con particolare riferimento anche a quelle in transito o di alto livello istituzionale e coordina l’operato sul territorio del personale assegnato alle vigilanze dinamiche a tutela di obiettivi sensibili, verso i quali svolge, altresì, costanti operazioni di bonifica.

Le innumerevoli competenze ed attribuzioni assegnate all’Ufficio scorte, hanno assunto nel corso degli anni connotati di sempre maggiore complessità che hanno visto l’Ufficio scorte operare, non più come un’articolazione della Questura con compiti esecutivi dei servizi connessi ai servizi di protezione, ma bensì segmento autonomo del complesso sistema di sicurezza attuato dalla Questura, dotato di specifiche capacità di analisi e valutazione.


 

Torna su
PalermoToday è in caricamento