Il premio Jacopo da Lentini va al notaio palermitano Maria Craparotta

Il riconoscimento viene conferito a chi si è distinto in Italia in ambito notarile, giuridico e universitario. Premio assegnato anche a Antonio Ruotolo, dal 1995 funzionario dell’Ufficio studi del consiglio nazionale del notariato, scomparso di recente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Al notaio Maria Craparotta di Palermo è stato consegnato il premio ‘Jacopo da Lentini’. Un riconoscimento istituito nel 2009 dal notariato siciliano e consegnato a chi si è particolarmente distinto in campo notarile, giuridico ed universitario. Jacopo da Lentini, tra i maggiori poeti della scuola siciliana, fu anche il notaio e il consigliere più accreditato presso la corte imperiale di Federico II, il quale lo gratificò del titolo di Magnifico.

Maria Craparotta è componente del Comitato notarile regionale dal 2014, è stata consigliere per tre mandati sino al 1999 del Consiglio Notarile distrettuale di Palermo e già componente del Comitato scientifico della Fondazione Italiana del Notariato. Il premio è stato consegnato nel corso dell’annuale convegno del notariato siciliano a Taormina e quest’anno dedicato a "Famiglia e successione ereditaria tra innovazione e tradizione: casi e questioni di interesse notarile". Convegno di cui il notaio Maria Craparotta è stata dal 1999 al 2015 il coordinatore scientifico. Lo stesso riconoscimento è stato conferito ad Antonio Ruotolo, dal 1995 funzionario dell’Ufficio studi del consiglio nazionale del notariato, scomparso di recente.

Torna su
PalermoToday è in caricamento