Petralia Soprana sotto i riflettori della Rai: obiettivo diventare Borgo dei Borghi

Il paese madonita metterà in mostra le proprie bellezze e si contenderà un posto per partecipare alla trasmissione "Kilimangiaro" che come da consuetudine sta attraversato in lungo e largo l’intera penisola in cerca dei borghi più affascinanti e caratteristici d'Italia

Chiesa di Santa Maria di Loreto

Petralia Soprana sotto i riflettori della Rai. Oggi è domani il paese madonita metterà in mostra le proprie bellezze e si contenderà un posto per partecipare alla celebre trasmissione di Rai 3 “Kilimangiaro Borgo dei Borghi”. Anche quest'anno la trasmissione il "Kilimangiaro", come da consuetudine, sta attraversato in lungo e largo l’intera penisola in cerca dei borghi più affascinanti e caratteristici d'Italia e tra questi ha scelto di visitare, oggi e domani, anche Petralia Soprana.

In questi due giorni il paese svelerà alla troupe televisiva di Rai 3 le proprie meraviglie naturalistiche e la sua storia millenaria aspirando a fare parte dei 60 borghi che si contenderanno lo scettro di “Borgo dei Borghi” che sarà assegnato nell’edizione di quest’anno che è la sesta e si terrà nei quattro sabati del mese di novembre.

La macchina organizzativa è pronta ed è seguita direttamente dal sindaco Pietro Macaluso che crede nelle potenzialità del proprio paese. Per Petralia Soprana è una occasione imperdibile di promozione e di valorizzazione dello splendido centro storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento