Al Politeama spunta una teca de La Casa di Carta: Palermo il nuovo membro della banda?

Netflix ha fornito agli spettatori della fortunata serie indizi sul nome del nuovo rapinatore assoldato dal Professore con un'operazione di guerrilla marketing. Il mistero sarebbe stato svelato qualche ora dopo dai media spagnoli

La teca comparsa davanti al Politeama

Il nuovo membro della banda di ladri della "Casa di carta" si chiamerà Palermo? Forse è per questo che ieri davanti al Politeama è spuntata una teca con dentro un manichino con tuta rossa e maschera di Dalì, divisa indossata da Tokio e gli altri componenti del gruppo messo insieme dal Professore. Sul vetro compare la scritta "Palermo è dei nostri o forse no".

Un'operazione di marketing che ha interessato anche altre città italiane messa in piedi da Netflix, piattaforma sulla quale a partire dal 19 luglio verrà trasmessa la terza parte della serie spagnola, ha fornito indizi agli spettatori sul nuovo arrivo: avrà il nome di una città italiana. Tokyo, Mosca, Berlino, Nairobi, Rio, Denver, Helsinki e Oslo sono i nomi dei ladri già noti. Il prossimo si chiamerà Palermo? Secondo alcuni media spagnoli come "Fuera de Series" la risposta è affermativa. Il personaggio veste i panni di un ingegnere, un vecchio amico del Professore.

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo mangiato, sì che si può fare: tutta la verità sul (falso) mito

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Fare la spesa risparmiando, 10 regole d'oro che i palermitani spreconi dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Centro storico, studentessa seguita e poi violentata sotto casa: fermati due bengalesi

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Incidente sulla A29, auto contro il guardrail: muore 13enne, gravissimo il fratello

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • Tragedia in autostrada, bimbo di 9 anni in condizioni disperate: "Ha un gravissimo trauma cranico"

  • E' morto il chirurgo Mezzatesta: "La medicina ha perso un genio"

Torna su
PalermoToday è in caricamento