Masterchef, concorrente palermitano ci riprova dopo 5 anni e conquista il grembiule

Si chiama Luciano Di Marco, ha 52 anni, fa il geometra. La sua pasta condita con carciofi, gambero rosso di Mazara e pistacchio ha conquistato i giudici Cannavacciuolo, Barbieri e Locatelli permettendogli di superare la sfida finale

Luciano Di Marco

C'è anche un concorrente palermitano nella nona edizione di Masterchef Italia 9. Si chiama Luciano Di Marco, ha 52 anni, fa il geometra ed ha una grande passione per la cucina. La sua pasta condita con carciofi, gambero rosso di Mazara e pistacchio ha conquistato i giudici Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli permettendogli di vincere la sfida finale andata in onda ieri sera su SkyUno. Per lui era il secondo tentativo di far parte della classe di cuochi amatoriali più famosa della Penisola. 

"Ho iniziato - racconta Luciano Di Marco in un'intervista a Sky - a cucinare di recente, ma l’input mi è arrivato sin da quando ero piccolo: a casa della nonna i miei zii cucinavano sempre per tutti e io amavo osservarli: mi piaceva come la cucina fosse motivo di condivisione e aggregazione. Poi ho iniziato a cucinare per me stesso e a sperimentare, perché anche se per me la convivialità è al centro di tutto amo viziarmi ogni tanto. Da quando sono sposato poi (ormai sono 25 anni…) faccio della cucina l’ambiente principale della casa, per mia moglie e le mie figlie. La mia cucina è quindi solare, divertente ed estroversa".

Luciano aveva tentato di conquistare il grembiule di MasterChef Italia già cinque anni fa senza raggiungere l'obiettivo. E' andato decisamente meglio il secondo tentativo. La rollatina di spatola a beccafico con salsa di basilico e menta e un'insalata di finocchio e arance preparata durante la prima fase delle selezioni gli ha permesso di accedere alla sfida finale che ha poi egregiamente superato.

"MasterChef - dichiara il concorrente palermitano - per me è l’esperienza che mi permetterà di capire se la mia vita dovrà proseguire nell’ambito della cucina o se dovrò continuare a fare il libero professionista: non è che non ami il mio lavoro, ma non provo quell’adrenalina, quel divertimento che invece provo quando mi metto ai fornelli". Vedremo come se la caverà ai fornelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento