Lando Buzzanca, scoppia faida familiare per il patrimonio: "Sono anziano ma ragiono ancora bene"

I figli dell'attore palermitano 84enne, Massimiliano e Mario, si sono rivolti a un giudice tutelare per nominare una persona scelta da loro o dallo stesso giudice che gestisca il patrimonio del padre

Lando Buzzanca

Beghe familiari per Lando Buzzanca. I figli dell'attore, Massimiliano e Mario, come rivelato dal settimanale "Nuovo", si sono rivolti a un giudice tutelare per nominare una persona scelta da loro o dallo stesso giudice che gestisca il patrimonio del padre. "Questa cosa mi fa stare molto male - replica lui al settimanale 'Oggi' -. Certo, sono anziano… ma ragiono ancora bene… Ho deciso di vendere la mia casa perché ci sono troppi ricordi legati a mia moglie; qualche anno fa voleva acquistarla la compagna di mio figlio Massimiliano ma io ho rifiutato. E adesso, di colpo, sono diventato rimbambito".

Nell’articolo, che Oggi pubblica nel numero in edicola da domani, l’attore 84enne conclude: "Tutto andrà a finire che gli darò la casa e io me ne andrò tranquillo". Mentre il figlio Massimiliano dà la sua spiegazione, ben diversa: "Nessuno della famiglia, ma proprio nessuno, ha mai minimamente pensato di voler interdire papà… Abbiamo chiesto al giudice tutelare che gli sia assegnata una persona di fiducia che possa amministrare al meglio le sue proprietà. Lui non è mai stato abituato a occuparsi delle questioni economiche, lo faceva mamma. E le cose sono peggiorate da quando ha avuto un’ischemia nel 2014… a me, sinceramente, dei soldi di papà non me ne può fregare di meno. E' giusto che se li goda, cerchiamo solo di tutelarlo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento