Lando Buzzanca: "Sono stato un uomo di m..., ora la memoria mi sta abbandonando"

Dai tradimenti alla moglie, alla simpatia per Salvini, alla giovane fidanzata di ora: l'attore palermitano - 84 anni ad agosto - si racconta in un'intervista. E ha parlato anche del tentato suicidio: "Ho cercato di ammazzarmi tagliandomi le vene"

Lando Buzzanca

"Non mi piace più lavorare, ogni tanto dico di lasciar perdere. Anche perché la memoria mi sta abbandonando, faccio fatica a ricordarmi le cose". Parla così in un’intervista a “Libero” Lando Buzzanca, attore palermitano che ha compiuto 83 anni lo scorso agosto. Il "merlo maschio" si è raccontato come forse mai prima d’ora.

Ha parlato della sua vita privata, del tentato suicidio, della politica e di un eventuale ritorno in tv. "E' una cosa che dovrei fare con Francesca, la mia ragazza - ha spiegato - ma la verità è che non mi piace più lavorare. Ho quasi 84 anni, meglio che me ne sto a dare amore a me e alla mia ragazza. Perché io ho la disgrazia di essere un uomo che vive di amore".

Il riferimento è a Francesca Della Valle, la compagna attuale, di 42 anni. Nel corso dell’intervista Buzzanca ha parlato di un progetto che lo vedrebbe al suo fianco. "Lei mi ha detto di essere pronta al matrimonio ma io voglio aspettare almeno di vendere una grande villa che ho fuori Roma. Lei potrebbe prendere parte dell’eredità, se fossimo sposati!".

Lando Buzzanca ha svelato anche un episodio successo dopo la scomparsa della moglie Lucia. "Dopo la sua morte ho cercato di ammazzarmi tagliandomi le vene e sono stato venti giorni in ospedale". Era il 6 di agosto 2013, l'allarme arrivò intorno alle 6.30 di mattina, nella sua casa di Roma. Ma l’attore ha confessato di non essersi sempre comportato bene con lei: "Sono stato un uomo di merda, perché appena trovavo una donna capace di farmi vivere un momento o un giorno insieme ci andavo. Però poi tornavo sempre a casa perché mia moglie l’amavo, l’amavo veramente. Era una donna straordinaria, siamo stati sposati per 53 anni".

Chiusura con Matteo Salvini, il leader della Lega: «E' intelligente, per questo lo vogliono fare fuori - dice l'attore palermitano -. Ma è uno che parla dicendo cose serie: quando ha fermato le navi è perché non se ne poteva più, si stava esagerando. Aiutiamo le persone ma non tutti: non possiamo avere settecento milioni di persone che entrano in un paese, ci stanno mangiando l’Italia!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento