La grande fuga dei futuri medici italiani parte da Palermo

Francesco, studente palermitano al primo anno di medicina presso la Masaryk University di Brno, realizza il desiderio di una carriera internazionale insieme a Medicor Tutor

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ogni anno decine di migliaia di ragazzi e ragazze si contendono un posto nelle Università di Medicina e Odontoiatria italiane: nel 2018 erano 67.005 i candidati per 9.779 posti disponibili. Un plotone di aspiranti camici bianchi che inizia a prepararsi al temutissimo test d’ingresso già molti mesi prima, quando si è ancora tra i banchi di scuola. Ed è proprio in questo momento che l’orientamento diventa fondamentale, come testimonia Medicor Tutor, società che accompagna gli studenti preparandoli a una carriera universitaria in medicina con prospettive internazionali. E per chi ancora non ha le idee chiare, Medicor Tutor mette a disposizione dei ragazzi e delle ragazze di Palermo il suo sportello presso il liceo LUM di via Filippo Parlatore 22.

E proprio al Liceo LUM Francesco, oggi al primo anno di medicina all’Università di Brno, ha deciso di intraprendere una carriera universitaria internazionale e insieme ad altri 9 studenti siciliani ha affrontato quest’anno la preparazione per il test di ammissione, superandolo con successo. Una sinergia quella con Medicor Tutor che continua anche fra i banchi della Masaryk University di Brno che supporta quotidianamente i suoi studenti attraverso l’assistenza completa (assicurazione medica, ricerca di un alloggio, gruppo WhatsApp a cui rivolgersi in caso di necessità) e la fornitura di materiali didattici propedeutici (camice, guanti, dpi). E in merito al rientro in Italia? Francesco, prima della partenza, era sicuro al 100% che avrebbe esercitato nel Bel Paese, ma dopo pochi mesi a Brno non ne è più così certo, in linea con i dati che dimostrano come l’80% degli studenti di Medicor Tutor scelga di continuare i propri studi all’estero, leggendo in questo percorso un’opportunità che potrà realmente fare la differenza per il loro futuro.

Secondo la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, infatti, i medici laureatisi iscritti all’Albo e in possesso di laurea conseguita all’estero sono più di tremila, una tendenza in costante aumento. Questo perché il sistema di istruzione universitario all’estero prevede un'elevata percentuale di lezioni pratiche. Gli studenti esaminano i pazienti già dai primi anni di corso, come previsto da curriculum e il programma di studi comprende la formazione pratica presso gli ospedali universitari dove gli alunni realizzano pratiche cliniche con pazienti reali, lavorando in piccoli gruppi a stretto contatto con i professori. Complessivamente, Medicor Tutor segue circa 700 studenti italiani all’estero e solo nel 2018 ben 128 studenti (su 139 candidati) hanno superato il test di ingresso o processi di selezione, con l’obiettivo di conseguire un titolo accademico accettato in tutta Europa presso le migliori università del continente come: la Charles University di Praga/Pilsen, Masaryk University di Brno, l’Universidad Europea de Madrid, la European University Cyprus di Nicosia a Cipro e l’Università Pavol Jozef Safarik di Kosice.

Torna su
PalermoToday è in caricamento