Francesco Giambrone presidente dell'associazione Fondazioni liriche

Il sovrintendente del Teatro Massimo succede a Cristiano Chiarot: "C'è l'esigenza di una forte e costruttiva interlocuzione con il Governo nazionale"

Francesco Giambrone

Francesco Giambrone, sovrintendente del Teatro Massimo, è stato eletto all'unanimità presidente dell'Anfols, l'associazione che raccoglie le Fondazioni lirico-sinfoniche italiane, questa mattina a Roma, presso la sede dell'Agis - Associazione generale italiana dello spettacolo.

Giambrone, che in seno all'associazione rivestiva il ruolo di vicepresidente, succede a Cristiano Chiarot, che guidava l'Anfols dal 2015. Ringraziando Cristiano Chiarot per il grande lavoro fatto insieme e per l'impegno profuso con generosità e competenza in questi anni, Francesco Giambrone ha anche sottolineato l'esigenza "di una forte e costruttiva interlocuzione con il Governo nazionale, in un contesto particolarmente delicato anche dal punto di vista normativo, e di rafforzare il ruolo politico dell'associazione, nell'ottica di un lavoro futuro che potenzi l'armonia tra tutte le Fondazioni e valorizzi le diversità e le ricchezze espresse da ciascuna".

Giambrone ha poi ribadito "il grande cambiamento che in questi anni ha visto impegnate tutte le Fondazioni, che, superato un periodo di crisi e criticità, sono di nuovo grandi fabbriche di cultura e pilastri fondamentali di un sistema che è un fiore all'occhiello del nostro Paese, un'eccellenza che crea lavoro ad altissima professionalità e rappresenta l'Italia in tutto il mondo".

Per il sindaco Leoluca Orlando "L'elezione di Francesco Giambrone alla guida dell'Anfols è un riconoscimento unanime alla sua professionalità da parte delle più importanti istituzioni lirico-sinfoniche italiane. Allo stesso tempo è un riconoscimento dei risultati che sotto la guida del Sovrintendente sono stati raggiunti dal Teatro Massimo, motore dello sviluppo socio econmico della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento