Il Negroni compie un secolo e fa festa, 10 luoghi a Palermo dove bere (ma non troppo)

In città sbarca la Negroni Week, l’iniziativa internazionale che coinvolgerà bar, ristoranti e rivenditori per raccogliere fondi a sostegno di cause benefiche importanti. Ecco quali sono

Il suo gusto è un'altalena perfetta tra Campari, Vermouth Rosso e Gin. Il suo colore non passa inosservato e la sua carica è la benzina (buona) delle notti dei tanti palermitani che non rinunciano al divertimento. Il Negroni, il secondo cocktail più popolare al mondo, festeggia il suo 100esimo compleanno da quando nel 1919 al Caffè Casoni a Firenze venne per la prima volta servito al Conte Camillo Negroni. 

Per l'occasione dal 24 al 30 giugno, anche a Palermo sbarca la Negroni Week, l’iniziativa internazionale che coinvolgerà bar, ristoranti e rivenditori per raccogliere fondi a sostegno di cause benefiche importanti. In Italia, sono 10 le città coinvolte nel progetto, con altrettanti locali per ognuna di esse. Anche nel capoluogo siciliano, come nelle altre città, sono stati selezionati alcuni tra i più prestigiosi nomi del panorama della cultura del buon bere e forti sostenitori, ovviamente, dell’iconico cocktail Negroni. 

10 luoghi a Palermo dove bere Negroni

  1. Bocum Mixology
  2. Mak Mixology
  3. I Corrieri
  4. SciuRum
  5. Finch Lounge
  6. Aboriginal Cafè
  7. Il Buco Food & Grocery
  8. Bitta
  9. Cucinella & Co.
  10. Why Not di Mutari David

Negroni, una storia lunga un secolo

La leggenda narra che nel 1919, il cocktail fu creato dal barista Fosco Scarselli, dall’idea geniale dell’illustre Conte Negroni, il quale, per dare una sferzata di energia al suo cocktail preferito - l'americano - chiese di sostituire il seltz con un tocco di gin, in onore dei suoi ultimi viaggi londinesi. Al posto della solita fettina di limone, Scarselli ne mise una di arancia e da quel momento, tutti i frequentatori del locale iniziarono a ordinare un “Negroni”. 

Grazie alla grande fama che accompagnava Camillo a quell’epoca, la notizia del “nuovo nato” si diffuse rapidamente prima in tutta la Toscana e successivamente in Italia. A partire da quel momento, il Negroni divenne una delle pietre miliari per tutti gli esperti di cocktail, tra i quali il noto barman ed esperto di drink Luca Picchi, che ha dedicato gran parte della sua vita allo studio della storia e ai trend collegati, pubblicando nel 2015 - anno in cui il Negroni si è conquistato un posto fisso nel rito dell’aperitivo - anche un libro intitolato "Negroni Cocktail - una leggenda italiana".

Un’iniziativa, quindi, quella della Negroni Week che si propone di coniugare perfettamente la volontà di celebrare al meglio questo anniversario così importante per il cocktail dal colore rosso e allo stesso tempo di diffondere la cultura del buon bere, stimolando i locali e i propri barman a sperimentare e dare libero sfogo alla creatività, preparando nuove ricette per il cocktail dal cuore di Campari e dalla storia così importante per tutto il mondo. 

La ricetta perfetta per un buon Negroni

Ingredienti:

  • 3 cl di Campari 
  • 3 cl di Gin 
  • 3cl di Vermouth Rosso 
  • 1 fettina di arancia

Preparazione: versare tutti gli ingredienti direttamente nel classico bicchiere già riempito di ghiaccio, mescolare con cura e guarnire con mezza fettina di arancia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento