Ficarra e Picone "rimproverano" Mattarella, lui gli telefona: "Che tristezza il Palermo in serie D"

Gli attori e registi palermitani hanno ironizzato sui social per il mancato accenno del Capo dello Stato alle vicende calcistiche della squadra di calcio nel messaggio di fine anno. Poi l'inaspettata chiamata dal Colle e la spiegazione dello stesso illustre concittadino

Il presidente della Repubblica e un noto duo comico che, in una cordiale telefonata, discutono da bravi concittadini di una delle passioni degli italiani: il calcio. Anzi, per essere più precisi, delle sorti del Palermo che sta disputando il campionato di serie D. Non è un gag televisiva o teatrale, ma quanto accaduto realmente nei giorni scorsi agli attori palermitani Ficarra e Picone. A raccontarlo all'Agi sono loro stessi nel corso di un'intervista pubblicata sul sito dell'agenzia di stampa.

Tutto nasce da un post scritto dal duo su Facebook dopo il messaggio di fine anno del capo dello Stato Sergio Mattarella. "Siamo costernati - si legge -. Anche quest'anno Mattarella ha parlato dei giovani, dell'ambiente, delle donne, del lavoro e nessuna parola sul Palermo in serie D".  "Il presidente ci ha chiamati e ci ha assicurato che seguirà le sorti del Palermo in modo che non sarà promosso in serie C ma andrà, per decreto presidenziale, direttamente in Champions League" scherza Salvatore Ficarra. Poi, più seriamente, è Valentino Picone a spiegare cosa è successo: "Mattarella ci ha chiamato veramente - racconta - e, con molta ironia, si è giustificato dicendo che se avesse parlato della situazione del Palermo Calcio nel suo messaggio di fine anno avrebbe rattristato troppo gli italiani".
 

fic e pic-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento