La tavola siciliana d'eccellenza vola in tv, anche un palermitano tra i "Cuochi d'Italia"

La trasmissione condotta da Alessandro Borghese vedrà sfidarsi 20 chef a colpi di piatti tipici. Tra i protagonisti anche Davide Ventimiglia, cuoco del “Bastione&Costanza" di Cefalù

Davide Ventimiglia, 26 anni, chef del “Bastione Innovazione Cibo e Cultura” (conosciuto come Bastione&Costanza), nel cuore del centro storico di Cefalù, è stato selezionato per l’edizione 2019 della trasmissione Cuochi d’Italia prodotta da Sky e trasmessa su TV8. La trasmissione, giunta quest’anno all’undicesima edizione e condotta sempre dallo chef Alessandro Borghese, vedrà sfidarsi 20 cuochi tradizionali a colpi di piatti tipici e sapori genuini per vincere il titolo di "Miglior cuoco regionale d’Italia". 

Davide, cefaludese doc e figlio d’arte, il padre Tonino ha un lungo passato nella ristorazione, rappresenterà la Sicilia attraverso le sue migliori ricette e proverà a conquistare lo scettro ambitissimo del migliore d’Italia. “Sono orgoglioso di rappresentare la mia terra e il Bastione - racconta Davide a PalermoToday - grazie al quale, in questi anni, abbiamo portato avanti un percorso culinario innovativo di sperimentazione e ricerca delle materie prime che ci ha permesso di essere tra le realtà più apprezzate nella ristorazione in Sicilia. Cuochi d’Italia è un’importante vetrina, un’occasione per crescere e migliorare, per me e per la struttura nella quale lavoro”. 

Bastione (2)-2Via del bastione al BUIO-3
Bastione&Costanza, con il suo ristorante targato Bastione&Costanza, è anche un centro culturale polivalente con museo digitale, spazio eventi, sala lettura, realizzato all’interno di un complesso monumentale riqualificato del 1500 a ridosso del Bastione di Capo Marchiafava a Cefalù. Una struttura con una nuova vocazione culinaria legata ai territori, all’eccellenza siciliana e ad una reperibilità diretta della materia prima. 

“Siamo felici per noi e per il nostro Davide, che è giovane e bravo e ha margini di crescita enormi - dice uno dei titolari del ristorante Pasquale Dipollina -. Puntiamo sempre al coinvolgimento e alla formazione delle nostre risorse umane in un percorso di crescita e approfondimento professionale che arricchisca tutti. Il fatto che sia stato scelto è, per noi, la conferma che il nostro format culinario fatto di tradizione e innovazione, di presidi Slow Food e produttori locali, di stagionalità e sapori tradizionali ed il nostro lavoro di valorizzazione dei nostri collaboratori sono una scelta vincente". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cuochi d’Italia andrà in onda tutte le sere alle 19.30 su TV8. Sarà una sfida tra regioni a colpi di ricette tradizionali, che premierà l’impegno, la dedizione, il vero talento ma, soprattutto, il piatto più innovativo e originale. Prima puntata il 12 novembre contro la Liguria; la Sicilia ha una tradizione culinaria solida, che vinca il migliore. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento