Il Codice Resta torna a Casa Professa: "Patrimonio grafico del Seicento"

Dopo oltre 20 anni di permanenza a Roma dove è stato restaurato dall'Istituto centrale per la Grafica, il Libro d'Arabeschi è stato riconsegnato alla presenza del sindaco Leoluca Orlando

Orlando con il Codice Resta

Il Codice Resta torna a Palermo. Dopo oltre venti anni di permanenza a Roma dove è stato restaurato dall'Istituto centrale per la Grafica, il Libro d'Arabeschi o Codice Resta è stato riconsegnato questa mattina alla Biblioteca comunale di Casa Professa, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, dell'assessore alla Cultura Adham Darawsha e della direttrice della  Biblioteca Eliana Calandra.

L'importante codice, che fa parte del fondo 'Manoscritti e Rari' della Biblioteca comunale, prende il nome del collezionista d'arte, padre Sebastiano Resta, che nel Seicento raccolse in volume 292 disegni originali e 15 stampe risalenti al Cinquecento e Seicento. "Torna, dopo una lunga azione di restauro, la straordinaria collezione di Sebastiano Resta che con queste straordinarie opere credo si possa considerare il padre dello studio sistemico del disegno" ha commentato Orlando.

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento