Ciminna ricorda i magistrati assassinati, il 5 luglio inaugurazione di un monumento

Il Comune celebra “In Memoriam”, una cerimonia per ricordare i magistrati vittime della criminalità e del terrorismo

Il Comune di Ciminna celebra “In Memoriam”, la giornata commemorativa in memoria dei magistrati assassinati nell’adempimento del loro dovere. Giovedì 5 luglio nella cittadina in provincia di Palermo è in programma una cerimonia per ricordare i magistrati vittime della criminalità e del terrorismo, con l'inaugurazione di un monumento commemorativo nella villa comunale e con un convegno con le massime istituzioni regionali.

Un'iniziativa che si propone anche di far conoscere la storia di Ciminna, in particolare lo spirito della tolleranza e dell’accoglienza, ricordando la presenza in epoca remota di una comunità ebraica. Il programma pertanto si aprirà con una cerimonia interreligiosa alla presenza dell’ambasciatore israeliano Ofer Sachs e del delegato dell’arcivescovo di Palermo monsignor Michele Polizzi, alle 16 presso la chiesa di San Giacomo, già una sinagoga.

Al termine della celebrazione, alle 17 è in programma l'accoglienza delle autorità presso la villa Comunale Paolo Amato, dove si svolgerà la cerimonia di inaugurazione del monumento donato dall’arma dei Carabinieri e la piantumazione di una quercia.  Sarà letto l'elenco dei nomi di 27 magistrati uccisi nell'adempimento del loro dovere, vittime delle mafie, del terrorismo, della criminalità. Prevista la partecipazione di magistrati e rappresentanti delle forze dell'ordine. Il momento sarà accompagnato dalla banda comunale di Ciminna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E' un'iniziativa pensata soprattutto per sensibilizzare le giovani generazioni – spiega il sindaco di Ciminna Vito Barone - indicando esempi fulgidi di eroismo che hanno pagato il prezzo più alto, la propria vita, a difesa delle istituzioni democratiche”. A seguire, le autorità si sposteranno al santuario di San Vito per un convegno. Insieme al sindaco Barone, sono previsti interventi del magistrato Stefano Amore, del generale comandante dell’unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare Antonio Ricciardi, del presidente dell'Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè e del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. 
La cerimonia è stata promossa dalla rivista “Nova Itinera. Percorsi del Diritto nel XXI secolo" con il patrocinio dell'Assemblea regionale siciliana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento