Sorelle Napoli, Giardina ancora contro Giletti: "Paese sotto scacco della disinformazione"

Il sindaco di Mezzojuso non ha apprezzato il servizio trasmesso dal giornalista durante l'ultima puntata di "Non è l'Arena": "La 7 riporta quello che più le conviene per sostenere la sua tesi"

"E anche ieri sera nella trasmissione 'Non è L’Arena', il signor Giletti non ha perso occasione per seguire il suo copione che mette in cattiva luce me e l’intera comunità di Mezzojuso. E per non farci rappresentare il nostro punto di vista". A parlare è il sindaco Salvatore Giardina che già sabato scorso aveva tenuto una conferenza stampa per spiegare cosa ha fatto la sua amministrazione per le sorelle Napoli e rispondere così alle "accuse" formulategli nel corso delle precedenti puntate della trasmissione. 

Chiarimenti che, a quanto pare non sono serviti, dato che lo scontro tra Giletti e il primo cittadino di Mezzojuso continua. "Il suo inviato Danilo Lupo - scrive in un lungo sfogo Giardino - era presente alla conferenza, ha preso la cartella stampa e ha registrato l’intero dibattito con audio e video. La deontologia professionale dei giornalisti prevede che di una conferenza stampa si riporti al cittadino il pensiero di chi tiene quella conferenza. Poi lo si può criticare o condividere. Invece La 7 va e riporta quello che più le conviene per sostenere la sua tesi". 

Il sindaco poi motiva il suo attacco confronti della trasmissione: "Non è stata riportata nemmeno una parola della conferenza stampa che ho tenuto sabato scorso, tutte le cose che ho detto sono state oscurate, totalmente ignorate. Giletti ha mandato soltanto uno spezzone di tre minuti per dare spazio a una domanda del suo inviato. Mi è stato chiesto se volessi sconfessare o no la voce di un tizio che dice che tramite un non meglio precisato personaggio vicino all’amministrazione, e quindi a me, avrei fatto sapere a Salvatore Battaglia che se non si fosse schierato più in piazza a difesa delle sorelle Napoli gli avrei fatto avere un posto di lavoro in un’azienda che si è insediata nel nostro territorio. Ma figurasi! Ho subito smentito e uscito dalla conferenza stampa sono andato a denunciare questa situazione ai carabinieri. Le prese di posizione di Salvatore Battaglia in favore delle sorelle Napoli ben vengano perché anche noi le sosteniamo. Quindi non ho alcun interesse a barattare il suo silenzio per un posto di lavoro. Evidentemente questi signori di La 7 continuano a mettere in dubbio la mia moralità di cittadino e amministratore onesto che mai, nemmeno lontanamente, sono stato sfiorato da qualunque tipo di indagine. E con me anche l’intera mia famiglia".

È possibile che in una conferenza stampa di due ore dove, ripeto, ho risposto a tutte le accuse mossemi da Giletti, fosse solo questa la notizia? Si domanda il primo cittadino. "Ormai -  prosegue Giardina - gli obiettivi di Giletti sono due: difendere le sorelle Napoli e massacrare il sindaco di Mezzojuso perché 'non poteva non sapere e si è girato la testa dall’altra parte per 5 anni. Ma dove si è visto mai che si fa un’accusa senza dimostrarla con delle prove?. Ho detto a Giletti più volte che prima dell’articolo di Palazzolo su Repubblica non conoscevo la vicenda nella sua reale gravitàma lui insiste".

Infine, nell'ultima parte della lettera il sindaco replica ad una seconda "disinformazione" andata in onda ieri sera: "Nel pomeriggio di ieri si è tenuta un’assemblea molto partecipata dell’Amministrazione comunale per discutere ancora del caso delle sorelle Napoli. Giletti ha mandato in onda un breve spezzone dove si vede il sindaco dire a Lupo che non può entrare e lui a insistere nel volere entrare. E viene fuori l’immagine di un sindaco contro i giornalisti che chissà cosa aveva da nascondere. In realtà si voleva tenere solamente una normale assemblea con i cittadini senza la presenza costante di una telecamera addosso. Perché ormai il signor Lupo, che vive a Mezzojuso, collaborato da altri suoi colleghi, lo trovi dappertutto, riprende qualunque cosa, il suo focus è costante e spesso anche invadente. Creando anche una certa esasperazione tra i cittadini sempre sotto i suoi riflettori. Giletti fa vedere solo questa scenetta di Lupo che vuole entrare e il sindaco dice no. Si trasmette quindi il messaggio che il suo inviato fosse rimasto fuori per la solita cattiveria del sindaco. Invece, dopo quel diverbio iniziale, a Lupo viene concesso di entrare, partecipa all’assemblea e riprende tutto il dibattito dove sono state dette anche cose importanti e vere notizie regolarmente tutte ignorate dalla trasmissione andata in onda. Non rispondenti al copione, quindi nemmeno una sola parola. Ma siamo fiduciosi che la realtà vera, e non quella che rappresenta Giletti, per quanto mi riguarda, prima o poi verrà fuori. Speriamo quando l’immagine del paese non sarà definitivamente distrutta".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Qui qualcosa puzza, ma la smetta sindaco , sarebbe ora , fate solo ridere per non dire un’altra cosa

  • caro sig.sindaco giletti non ha mai detto che lei è un mafioso ,ma ha sempre ribadito dove era stato in tutti questi anni . che non sapeva niente di ciò che avveniva alle tre sorelle . ma che ci vuole a dire che ha sbagliato , che magari ha sottovalutato una cosa che a lei sembrava di poco conto. è che adesso se ne sta occupando non ci vuole tanto un passo indietro si può fare le farebbe onore. invece continua la battaglia contro giletti che ha solo la colpa di avere portato un fatto di cronaca molto serio Perché sindaco se non se ne accorto parliamo di mafia

  • Non mi sorprenderebbe che un giorno di questi,arrivi la notizia dell'arresto del sindaco Giardina.

  • E basta!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Palermo-Catania, camion vola giù dal viadotto dopo scontro con auto: un morto

  • Cronaca

    Spacciavano crack nel "palazzo di ferro" a tutte le ore e davanti ai bambini: 8 arresti

  • Sport

    Colpo di scena, Mirri ci ripensa: 2,8 milioni nelle casse del Palermo, -4 scongiurato

  • Cronaca

    Stroncato da un infarto mentre è in bici: morto avvocato palermitano

I più letti della settimana

  • "Figurati se prendiamo una da Palermo", mail inviata per errore scatena polemica

  • Video porno con ragazzine dietro la scomparsa: "Maiorana morti per i ricatti che il padre organizzava"

  • La nuova mafia a Palermo, ecco chi comanda: "Quindici mandamenti gestiti da 81 famiglie"

  • Spaccio alimentare, filiali chiuse a Palermo: "Stipendi in ritardo, famiglie nel dramma"

  • Assalto al reddito di cittadinanza: a Palermo boom di finti divorzi per scroccare il sussidio

  • Ripetitore sospetto vicino casa del presidente Mattarella, indaga la Procura

Torna su
PalermoToday è in caricamento