Marco Bellocchio e il suo cast portano "Il Traditore" a Palermo

Giovedì 6 giugno, regista e attori saranno nella città che è l'epicentro del film e dove sono state fatte gran parte delle riprese. Nella pellicola Pierfrancesco Favino interpreta Tommaso Buscetta, il boss dei due mondi, secondo una prospettiva inedita e mai studiata prima

Favino interpreta Buscetta

E' stato accolto da tredici minuti di applausi a Cannes e venduto in mezzo mondo: 'Il traditore' di Marco Bellocchio, forte di un clamoroso successo in sala (in terza posizione al box office), arriva a Palermo accompagnato dal suo cast. Giovedì 6 giugno, regista e attori saranno nella città che è l'epicentro del film e dove sono state fatte gran parte delle riprese.

Alle 18, Bellocchio sarà all'Orto Botanico nell'ambito della decima edizione del festival 'Una Marina di Libri', mentre alle 20.30 sarà al Cinema Rouge et Noir per presentare il suo film. Con il regista anche Francesco La Licata, che ha collaborato alla sceneggiatura, gli attori Fabrizio Ferracane e Fausto Russo Alesi, e i produttori Beppe Caschetto (Ibc Movie) e Simone Gattoni (Kavak Film) coordinato da Gian Mauro Costa. 'Il Traditore' racconta la storia del primo grande pentito di mafia, l'uomo che per primo consegnò le chiavi per avvicinarsi alla piovra, cambiando così le sorti dei rapporti tra Stato e criminalità organizzata. Pierfrancesco Favino interpreta Tommaso Buscetta, il boss dei due mondi, secondo una prospettiva inedita e mai studiata prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un racconto fatto di violenze e di drammi che inizia con l'arresto in Brasile e l'estradizione di Buscetta in Italia, passando per l'amicizia con il giudice Falcone e gli irreali silenzi del maxiprocesso alla mafia. E proprio nel momento in cui la giustizia sembra aver segnato un punto, Cosa Nostra ricorda a Buscetta e all'Italia che la sua sconfitta è ben lontana: scoppia la bomba a Capaci e Buscetta alzerà il tiro facendo il nome di Andreotti. Un tragico boomerang che lo costringerà a fuggire dall'Italia per sempre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento