Esponente Lega contro agenzia stampa Italpress: "Ha sede a Palermo", è polemica

Per Elisa Montemagni, capogruppo del Carroccio al Consiglio regionale della Toscana, tra i "nei" dell'agenzia ci sarebbe l'avere sede nel capoluogo siciliano. Orlando: "No a pregiudizi razzisti". Il presidente dell'Ordine dei giornalisti: "Attacco dai toni discriminatori"

Dopo le "infelici" dichiarazioni del direttore del quotidiano Libero Vittorio Feltri che ha tacciato di "inferiorità" i meridionali (salvo poi aggiustare il tiro chiarendo che si riferiva solo alle capacità economiche ndr), una nuova polemica Nord-Sud tiene banco in queste ore. Stavolta sul banco degli imputati è l'agenzia di stampa Italpress, storica realtà dell'informazione, con sede a Palermo ma con copertura nazionale. L'agenzia è stata bersaglio di un attacco da parte di Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Toscana della Lega. Tra i "nei" dell'agenzia ci sarebbe proprio l'avere sede nel capoluogo siciliano. 

"Da qualche tempo – ha detto Montemagni – possiamo, infatti, consultare solo i ‘lanci’ di Adnkronos, piuttosto attenta alla realtà regionale e dell’Italpress; quest’ultima, con sede a Palermo, non ci risulta neanche abbia un apposito spazio riservato alle notizie provenienti esclusivamente dalla Toscana. Ci pare, dunque, una lacuna che dovrebbe essere finalmente colmata – precisa l’esponente leghista – visto che riteniamo doveroso avere sempre a disposizione una tempestiva informazione, la più capillare possibile, anche in vista delle prossime elezioni regionali. Le agenzie, com’è noto – sottolinea la rappresentante del Carroccio – svolgono un ruolo essenziale a livello informativo e tutti i media attingono da loro per sviluppare, magari, determinati argomenti. Visto che il presidente Giani – conclude Elisa Montemagni – ha più volte ribadito l’importanza di avere a disposizione, per i Consiglieri, più fonti giornalistiche possibili, ci attendiamo, quindi, che s’impegni per risolvere questa palese carenza”.

Quell'inciso "con sede a Palermo" non è passato inosservato. I cronisti dell'Italpress, agenzia che nel 2018 ha tagliato il traguardo dei 30 anni, in una nota replicano punto su punto alle critiche ricevute e denunciano "un attacco ingiustificabile e ignobile. La redazione ritiene queste parole altamente lesive del lavoro quotidiano di decine di giornalisti dell'Italpress, a partire dai colleghi che, ormai da anni a Firenze e dalla Toscana, assicurano una capillare copertura di tutti i principali eventi politici, economici, di cronaca, sport e spettacoli e di decine di settori di nicchia che da sempre l'Italpress copre in ogni regione italiana. La redazione, convinta che la signora Montemagni abbia espresso una opinione del tutto personale, chiede pertanto alla Lega della Toscana di dissociarsi dalle sue parole razziste e lesive del lavoro quotidiano e della dignità professionale di decine di professionisti. Parole che stridono peraltro fortemente con le posizioni che il suo partito negli ultimi anni ha manifestato nei confronti del Sud sotto la guida di Matteo Salvini che recentemente ha anche preso posizione contro il direttore di un quotidiano del Nord Italia che aveva definito i meridionali un popolo inferiore".

A stretto giro le dichiarazioni del presidenre della Regione Toscana, Enrico Rossi, che si è dissociato da quanto dichiarato dall'esponente del Carroccio: "A nome della Regione Toscana voglio esprimere tutta la mia solidarietà all'agenzia di stampa Italpress, una testata di riconosciuta qualità e professionalità, ben capace di riferire le notizie dalla Toscana. È incredibile che si attacchi un organo d'informazione solo perchè la sua sede principale è in Sicilia, a Palermo. Questo antimeridionalismo - ha sottolineato Rossi - è inaccettabile e vergognoso. Dubito che la consigliera Montemagni si sarebbe scagliata allo stesso modo contro una testata giornalistica con sede in Lombardia o Veneto. Adesso faccia una cosa semplice, l'unica da fare, chieda scusa".

"Piena solidarietà ai giornalisti destinatari di un infelice apprezzamento da parte del capogruppo della Lega - Salvini Premier al Consiglio regionale della Regione Toscana - è stata espressa anche dal governatore siciliano Nello Musumeci - . Il fatto che l’Agenzia nazionale abbia la sede a Palermo, motivo di orgoglio per noi siciliani, non può e non deve alimentare sciocchi teoremi sul piano della qualità e della efficienza del lavoro giornalistico svolto da Italpress in decenni di esperienza. Si è trattato solo di una personale caduta di stile, ben conoscendo l’impegno che da anni la Lega profonde, a partire dal suo leader, a favore del Mezzogiorno d’Italia".

Al fianco dei cronisti il sindaco Leoluca Orlando. "Non vorrei - ha detto - he dietro le parole della consigliera Montemagni si celassero comportamenti e pregiudizi razzisti di cui tutti faremmo volentieri a meno, soprattutto da parte di esponenti istituzionali. Proprio nel momento in cui l'editoria e il mondo dell'informazione si confermano un baluardo essenziale della democrazia e dei processi di conoscenza e informazione per i cittadini, mi auguro che nelle sue parole contro l'Agenzia Italpress non vi fosse alcun pregiudizio".

"Con cadenza quasi quotidiana arrivano ventate di discriminazione territoriale che meritano sdegno e tolleranza zero da parte di chi ha cuore i valori della democrazia e della libertà che proprio oggi si festeggiano", ha detto il presidente dell'Ordine dei giornalisti, Carlo Verna esprimendo "piena solidarietà all’agenzia di stampa Italpress oggetto di un attacco scomposto, infondato e dai toni discriminatori". "Le testate giornalistiche – ha ricordato il presidente dell’Ordine dei giornalisti – sono espressione di pluralismo e democrazia e la loro collocazione geografica è irrilevante, visto che nulla toglie o aggiunge alla professionalità che viene posta nell’impegno quotidiano tipico delle agenzie che, è bene ricordarlo, sono la spina dorsale dell’informazione. È curioso pure il ragionamento, ci si lamenta che da altre agenzie non arrivino notizie, ma non le si vuole da quella che le dà, sottolineando che ha sede a Palermo. Sarebbe come dolersi che la Cnn ha sede ad Atlanta e fa informazione ampia territorialmente e completa. Ci aspettiamo dissociazione piena anche dai vertici Lega".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La professionalità dei colleghi di Italpress non si discute – ha sottolineato anche il presidente dell’Unci Sicilia, Leone Zingales –. Da 32 anni l’agenzia siciliana rappresenta un efficiente strumento d'informazione quotidiana. Respingiamo al mittente il commento infelice della leghista Montemagni e attendiamo le sue scuse e quelle dei vertici del partito”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento